martedì 7 maggio 2013

GIVEAWAY DEL MERCATINO DEI LIBRI FANTASY : IN PALIO, IL CAVALIERE DALLA MASCHERA D'ARGENTO DI GIUSEPPE BENEVENTO



Buon pomeriggio a tutti i followers del MERCATINO DEI LIBRI FANTASY! Un paio di settimane fa vi avevo promesso un giveaway e non potevo fare a meno di rispettare la promessa, viste le soddisfazioni che continuate a darmi ogni giorno.
Il blog è in continua crescita e la mia pagina facebook ha superato i 300 "mi piace", per cui non posso fare a meno di ringraziarvi con un bel libro.

Ho recensito IL DEMONE DALLA MASCHERA D’ARGENTO  di recente ( CLICCATE QUI PER LA RECENSIONE: http://leggerefantasy.blogspot.it/2013/04/la-mia-opinione-su-il-demone-dalla.html), frutto del lavoro di un emergente autore italiano, Giuseppe Benevento. Un fantasy avvincente, che rimanda ai classici del genere, ambientati in una terra fantastica, abitata da creature altrettanto straordinarie.

Titolo : IL DEMONE DALLA MASCHERA D’ARGENTO
Autore : GIUSEPPE BENEVENTO
Dati : 2013, 268 pagine

Trama : Contese per il potere, vendette private, conflitti dettati da ragion di stato e rivalità che affondano in un recente passato: da queste premesse ha origine un'interrotta sequenza di avventure ambientate nell'IsolaVerde, dominio di Re Guglyem. Il regno è pacificato da otto lustri, ma scure nubi si addensano sull'IsolaVerde. Un misterioso personaggio, con il volto celato da una maschera, interviene in sostegno del re e di sua figlia Ninive.







Siete pronti a tuffarvi nelle avventure e nelle pericolose battaglie del misterioso cavaliere con la maschera d’argento?

Seguendo queste semplicissime regole, avrete la possibilità di vincere questo romanzo, in maniera totalmente gratuita.

REGOLE DEL GIVEAWAY :

1_ DIVENTARE LETTORI FISSI DEL BLOG ( PER CHI NON LO FOSSE, BASTA UN CLICK  SU UNISCITI A QUESTO SITO, che trovate sul lato sinistro della home )


3_ RISPONDERE A QUESTA DOMANDA :

 SE  FOSSI UN CAVALIERE, IN UNA TERRA FANTASTICA, CHE TIPO DI GUERRIERO/A SARESTI?

SCRIVETE LA RISPOSTA SOTTO AL POST ,AGGIUNGENDO IL VOSTRO INDIRIZZO MAIL. VERRA’ SELEZIONATO IL COMMENTO PIU’ ORIGINALE!


PER PARTECIPARE, AVETE TEMPO DA OGGI FINO AL 21 MAGGIO 2013. Il giorno successivo comunicherò al vincitore quando spedirò il libro. Se non risponderà alla mail, entro un paio di giorni, verrà sorteggiato un altro vincitore.

A questo punto auguri a tutti Buona Fortuna!

NOTA : Purchè il giveaway sia valido devono esserci almeno 10 partecipanti.



11 commenti:

Petra Regia ha detto...

Ciao Anita,
se fossi un guerriero in una terra fantastica, sarei una...
"veggente", così saprei prima le sfide e i nemici da affrontare!
La mia e-mail: pzzanna@libero.it
Grazie

loredana cassarà ha detto...

Se fossi un cavaliere in una terra fantastica, sarei un cavaliere dei draghi, creaure potenti eterne e sagge,un cavaliere che ha valori, crede nell'amicizia e nella giustizia, forte guerriera abile in strategie in campo e come arma avrei una balestra, non le solite asce e spade.Sarei al servizio del Re ma innamorata del comandante(naturalmente), amore corrisposto ma non possibile per via delle regole della cavalleria.

la mia e-mail: loredana14@hotmail.it

valeottantadue ha detto...

ciao!! partecipo volentieri. se fossi un cavaliere del mondo fantastico vorrei essere un cavaliere degli elementi. provo a speigare. Gli ideali sono quelli classici, onore, rettitudine. senso di giustizia, difensore degli oppressi, coraggio. Ma avrei la possibilità di chiamare in soccorso la terra. Usare i 4 elementi aria, fuoco, acqua e terra. Come arma la spada...ma preferisco l'arco e le frecce. saprei combattere anche a mani nude se necessario...è che per quante immagini io faccia un cavaliere lo immagino alla tolkien..classico..ma con un dono in più;)
valeottantadue@yahoo.it

fraghi88 ha detto...

fraghi88@alice.it

wow bella domanda! sarei un cavaliere senza guerre, senza armi, ma come arma avrei soltanto il dono della mia lingua: le parole, a volte sono più utili e a volte più taglienti di qualsiasi altra cosa.....sarei un cavaliere con una maschera d'argento che porta in ogni terra che visita i suoi scritti, quindi visto che adoro scrivere e soprattutto poesie, porterei i miei versi in ogni terra sconosciuta per portare dolcezza e umanità nel cuore di chi sa ancora amare...secondo me saper esprimere emozioni attraverso parole scritte riesce a farci scoprire un mondo migliore.

Kersi ha detto...

Ciao Anita, bel gyveaway e bel blog, complimenti!
Allora, se fossi un cavaliere in una terra fantastica sarei il cavaliere dagli occhi di diamante e avvolto dal serpente infuocato. Un cavaliere che, unico nel suo genere, grazie al suo sguardo di ghiaccio ha davanti a sé la vera realtà delle cose rivelata. Gli inganni, gli attacchi, le falsità. Solo io posso vedere, perché tutti coloro che vivono nel mio mondo hanno gli occhi opacizzati dal nero e non lo sanno, non sanno che le loro visione e la loro realtà sono manipolate per alla fine renderli schiavi e dipendenti. Ma io, grazie ai miei occhi di diamante e al mio serpente di fuoco posso bruciare questo velo nero e distruggere ogni attacco lanciato contro gli innocenti, che verte a per fermare la verità, che è giusto che arrivi a tutti.
interpretazione.sogni@yahoo.com

aquila reale ha detto...

Al di sopra delle terre conosciute, in un luogo senza tempo, 12 saggi vigilavano affinchè l’equilibrio tra il Bene e il Male rimanesse sempre inalterato. Ma un giorno “l’albero nero”, simbolo del male, cominciò a risplendere di una luce, via via, sempre più intensa. Era un segno che nessuno avrebbe mai voluto vedere: il Male stava vincendo sul Bene. Così i 12 saggi seppero che nella Terra Senza Nome era iniziata la rivincita delle forze oscure sulle “armoniose luci”.Bisognava intervenire creando un cavaliere in grado di sconfiggere il male. Non c’era tempo da perdere, il Sommo sacerdote, depositario dell’antico Sapere, cominciò a forgiare colui che avrebbe risollevato le sorti della Terra Senza Nome. Iniziò con un cuore puro e generoso, aggiunse una buona dose di coraggio e di lealtà, mescolò il tutto con una bacchetta di fedeltà ed ottenne un cavaliere che, però, non poteva mostrare il suo volto perché volto non aveva: egli aveva il capo di un rapace. Era un’ Aquila reale. Il Cavaliere sul suo cavallo indomito galoppò tra le galassie e giunse lì dove la battaglia stava per aver inizio. L’esercito del Male e l’esercito del Bene si fronteggiavano e quando lo scontro ebbe inizio il Cavaliere si schierò con i paladini del Bene. La Battaglia infuriava e il Cavaliere ;con la sua spada di luce, disintegrava chi si opponeva al suo avanzare. Così l’esercito del Bene riuscì a sopraffare il nemico. Ma chi era quel Cavaliere misterioso che non aveva paura di niente e di nessuno? Tutti si ponevano questa domanda ma nessuno conosceva la risposta. Più tardi, sul calar della sera, quando ormai il fragore della battaglia si era ammutolito, il re Buon Cuore, trovò, adagiata su un cuscino rosso, al centro della sala del trono, una maschera d’argento. Il Cavaliere non c’era più era ritornato ad essere un’aquila per volare libero, per continuare a proteggere il regno, per essere al di sopra del Bene e del Male.

email: pennadoro62@gmail.com

Mara Ravasio ha detto...

Se fossi una guerriera sarei la protettrice dei più deboli, dei valori nobili come l'onestà e il rispetto delle regole..magari nelle terre della Francia antica..a cavallo di un bel puledro nero con una macchia bianca in fronte..uno di quei vestiti dell'epoca non troppo ingombranti giusto per cavalcare..e magari saper tirare con l'arco :) questo è il mio sogno di guerriera dei tempi antichi

la mia mail è maretta2392@hotmail.it

Grazie mille dell'opportunità

Francesca Matteini ha detto...

Se improvvisamente mi ritrovassi in una terra fantastica sicuramente sarei una valchiria. So che non è tradizionale, ma è quello che ho sempre sentito in me, il richiamo del femminismo indotto a combattere, quella voglia di libertà e di difendere i propri ideali, quella forza sovrumana che di solito non fa parte dell'immaginario collettivo. Mi vedo a cavalcare verso terre sconfinate, insieme ad altra mie amiche, guerriere, senza alcuna competizione, libere e con uno scopo comune, senza invidia. Le donne dovrebbero tutte prendere esempio dalle valchirie.
Il loro scopo era quello di trasportare i caduti in guerra verso il Valhalla e donare un esercito ad Odino. La mitologia Norrena è qualcosa di eccezionale, anche questo mi porta a pensare, sempre più che essere una valchiria sia la scelta giusta. Il fatto che Odino si fidi di loro per ricevere uomini è un segno di grande rispetto verso la donna, la femmina, valore che oggi ancora non viene rispettato del tutto e da tutti.

Mi chiamo Francesca Matteini e la mia email è: francescamatteini@hotmail.com

Grazie

esmeralda dakia ha detto...

Era tempo che non raccontavo a qualcuno la mia storia...
Partimmo in undici, la nostra terra ci aveva lasciato. Dopo mesi di navigazione nei meandri dell'universo sbarcammo su un pianeta che per il suo colore chiamammo:"il pianeta verde". Facilmente ci mischiammo agli abitanti del luogo, tali e quali a noi esteticamente, ma incredibilmente arretrati mentalmente. Ecco che il pensiero baleno' in noi. Sfruttarli e sottometterli senza che se ne rendessero neppure conto. Fui io a creare la macchina che inganno' le loro menti ed i loro occhi, fui io la prima a creare in loro dei falsi miti, dei falsi obiettivi di vita, dei falsi dei, cosicche' non si sarebbero proccupati di quello che avremmo fatto, interessati solo alla loro routine stupida ed inutile. I meccanismi entrarono in gioco, il popolo era nostro. Schiavi e sottomessi, senza che se ne rendessero neppure conto. Ma un mattino, alla fioca luce dell'alba, proprio mentre attivavo la macchina infernale, una bimba, quei due occhi da cerbiatto venne e mi chise cose fosse quella macchina. Le dissi che serviva per far fare a degli animali quello che volevo. E lei mi disse:"io ho un uccellino, lo tenevo in gabbia, poi un giorno lo liberai e lui mi mostro' un tesoro meraviglioso che divenne nostro e che mai avrei scoperto da sola!"
E fu li che capii che quello che facevo era male. Cambiai. Mi misi contro la mia gente, lottai per far liberare quel popolo che tanto avrebbe potuto dare... Fui fatta schiava, imprigionata, torturata. Anni passarono, ma poi ce la feci, scappai e creai una resistenza e fino ad oggi siamo qui, guerrieri per la liberazioni di un popolo, per la liberazione delle menti.
Sono una guerriera, una guerriera silenziosa che ha sbagliato, che e' caduta e si e' rialzata crescendo grazie ai suoi errori.

esmerald.dakia@gmail.com

monicam ha detto...

Se potessi essere una paladina del Bene, sarei una guerriera forte, coraggiosa e leale. Difenderei i deboli e preferirei sempre la sconfitta e la morte ad una vittoria ottenuta senza onestà! Terrei al mio onore più che alla mia vita. Passerei da un’avventura all’altra, in un turbinante susseguirsi di eventi memorabili, di imprese eroiche, di gesta d’eccezione. Lotterei contro il Male, vincerei su tutti e diventerei “leggenda”.

monica-gilmore@hotmail.it

Anita Blake ha detto...

Un saluto a tutti i partecipanti! Il giveaway è ufficialmente chiuso e a breve saprete il nome del vincitore ^^

Anita