venerdì 10 maggio 2013

RUBRICA, UN AUTORE AL MESE : PER IL MESE DI MAGGIO CONOSCIAMO LAURELL K. HAMILTON

Ciao a tutti! Dopo qualche giorno di ritardo, torna la rubrica mensile del Mercatino dei Libri Fantasy, dedicata agli autori.
Ogni mese, conoscerete le opere e le biografie, di autori italiani e stranieri, che in maniera diversa hanno segnato il mio rapporto con la lettura.
Per il mese di Maggio, ho scelto una famosissima autrice, che ha ispirato persino il mio nickname da blogger ^^




 

Sto parlando di  Laurell k. Hamilton ,  mamma della cacciatrice di vampiri per eccellenza , Anita Blake. Protagonista di una lunghissima saga urban fantasy, che ha segnato la svolta per questo genere letterario.

Se siete curiosi di conoscere l'autrice, continuate a leggere...


 







BIOGRAFIA



Laurell k. Hamilton, nata nel 1963 a Herber Springs, una piccola comunità dell'Arkansas, si trasferisce a Sims, nell'Indiana nel 1969, in seguito alla morte della madre in un incidente d'auto. Laurell ha soltanto sei anni e viene cresciuta dalla nonna, in seguito dichiarerà che la morte della madre, la vita con la nonna e l'assenza di figure maschili in casa «sono le tre cose che fanno di me ciò che sono».

Impara a leggere solo a sette anni a causa di una lieve dislessia non diagnosticata all'epoca, ma da quel momento si appassiona alla parola scritta e a 14 anni inizia a scrivere le sue prime storie a sfondo horror.

Frequenta un college cristiano nell'Indiana dove si laurea in Inglese e Biologia. È qui che conosce anche suo marito Gary Hamilton di cui prenderà il cognome. È sempre al college che sviluppa la sua passione per la narrativa, prendendo parte al programma di scrittura creativa dell'ateneo, dal quale però viene estromessa alla fine del secondo anno a causa di forti contrasti con l'insegnante che non approva la sua scelta di temi. Dopo le aspre critiche della docente, che le assicura che non avrà mai successo come scrittrice[1], la Hamilton si laurea, ma abbandona la scrittura per due anni. Si trasferisce prima a Los Angeles e poi a St. Louis, ricominciando a mandare storie e racconti agli editori e ricevendo numerosi rifiuti. Inizia anche il suo primo romanzo, Nightsheer, e entra a far parte del gruppo di scrittori "Alternate Historian". Dopo la pubblicazione di Nightsheer e di un romanzo della serie di Star Trek intitolato Nightshade, l'autrice incontra fortune alterne fino all'uscita del primo volume della saga di Anita Blake, che la porta al successo.

Attualmente vive ad Arnold, St. Louis, nel Missouri, con il suo secondo marito, Jonoton, sua figlia e tre cani.


 Serie di Anita Blake


    Nodo di sangue (Guilty Pleasures, 1993)
    Resti mortali (The Laughing Corpse, 1994)
    Il circo dei dannati (Circus of the Damned, 1995)
    Luna nera (The Lunatic Cafe, 1996)
    Polvere alla polvere (Bloody Bones, 1996)
    Il ballo della morte (The Killing Dance, 1997)
    Dono di cenere (Burnt Offerings, 1998)
    Blue Moon (1998)
    Butterfly (Obsidian Butterfly, 2000)
    Narcissus (Narcissus in Chains, 2001)
    Cerulean Sins (2003)
    Incubus Dreams (2004)
    Micah (2006)
    Death Dance (Danse Macabre, 2006)
    Harlequin (The Harlequin, 2007)
    Blood Noir (2008)
    Skin Trade (2009)
    Flirt (2010)
    Bullet (2010)
    Hit List (2011)
    Beauty (racconto breve) (2012)
    Kiss the Dead (2012)
    Affliction (2013)


 Serie di Merry Gentry

    Un bacio nell'ombra (A Kiss of Shadows, 2000)
    Il tocco della notte (A Caress of Twilight, 2002)
    Sedotta dalla luna (Seduced By Moonlight, 2004)
    Nel cuore della notte (A Stroke of Midnight, 2005)
    Il bacio della tempesta (Mistral's Kiss, 2006)
    Un soffio di gelo (A Lick of Frost, 2007)
    Lacrime di tenebra (Swallowing Darkness, 2008)
    Un sospiro nel vento (Divine Misdemeanors, 2009)

4 commenti:

valeottantadue ha detto...

ch rubrica carina.. complimenti..non l'ho mai vista da nessuna parte..io quest'autrice la conosco di fama ma non ho ancora letto nulla.sono curiosa comunque prima o poi ci arrivo

Anita Blake ha detto...

Grazie dei complimenti, sono contenta che ti piaccia ^^

Lorenza Marabelli ha detto...

Bella questa rubrica. È sempre interessante scoprire dettagli sulla vita degli autori. La Hamilton mi piace molto o forse è meglio dire piaceva: le saghe infinite mi stufano a lungo andare e poi il personaggio di Anita è stato completamente stravolto dall'inizio. Quindi mi sono fermata a Death Dance che ho lì senza averlo letto (con Merry invece ho tralasciato solo l'ultimo) e credo che aspetterò di scoprire se la Hamilton creerà qualcosa di nuovo ^^

Anita Blake ha detto...

Ciao Lorenza! Io sto seguendo talmente tante saghe, che al momento ho lasciato Anita a Dono di cenere. Starò a vedere, anche se da tante persone ho sentito dire che la saga peggiora. Un vero peccato. Buona giornata ^^