giovedì 24 ottobre 2013

LA MIA OPINIONE SU...SKINWALKER DI FAITH HUNTER


Buon pomeriggio amici lettori! Oggi vi propongo la recensione dell'ultimo romanzo che ho letto.

Titolo: Skinwalker
Autrice : Hunter Faith
Prezzo: € 8,50
Dati: 2013, 437 pagine
Editore: Fanucci  (collana Tif extra)

 
Trama : È passato solo un anno da quando Jane ha quasi perso la vita lottando contro una pericolosa famiglia di vampiri che infestava un'indifesa cittadina. Ora, dopo una lunga convalescenza, è pronta a saltare di nuovo sulla sua moto per dedicarsi a una nuova missione: Jane viaggia leggera, solo qualche vestito e i suoi attrezzi da ammazzavampiri professionista. Questa volta a pagare per i suoi servigi sarà proprio una vampira, una tra le più anziane e potenti di New Orleans, alle prese con un collega fuori controllo che mette a rischio l'intera comunità. Ma se i non-morti hanno poteri oscuri e insondabili, anche Jane ha le sue armi non convenzionali. Lei è una skinwalker, una mutaforma di sangue cherokee: può trasformarsi in qualsiasi creatura e contare sugli istinti primordiali, affinati e selvaggi che fanno parte della sua natura ferina. Istinti che dovrebbero tenerla lontana da un affascinante biker cajun con misteriosi tatuaggi sul braccio...

La mia opinione : Jane Yellowrock è una ragazza di origini cherokee, sfrontata e ribelle, dal passato oscuro e misterioso che paga le bollette uccidendo vampiri emarginati.
Lo sfondo urbano che la circonda è quello di una città cosmopolita e variegata che ha accettato l'esistenza di streghe e vampiri e convive con loro in maniera più o meno pacifica.
L'incarico che Jane ha accettato  è molto controverso. 
La Congrega dei vampiri  l'ha ingaggiata per catturare un vampiro, impazzito per la sete di sangue, che sta sterminando uomini e vampiri con feroce crudeltà.
Contrariamente alle abitudini della sua specie, non si limita a prosciugare la vittima, ma la divora completamente.
Jane è allettata dal compenso, ma anche dalla possibilità di conoscere un vampiro abbastanza vecchio da rivelarle qualche informazione sul suo passato.
I suoi ricordi sono oscuri e nebulosi, cosi come la sua vera identità. Jane è una mutaforma, l'unica della sua specie, dotata di un potere che le consente di assumere l'aspetto di qualsiasi animale.
Il prezzo da pagare, per trasformarsi in animali molto piccoli o molto grandi, è sempre rischioso, per cui nella maggior parte dei casi, Jane prende le sembianze di un puma .
La sua condizione è molto particolare,in quanto prevede la condivisione del suo corpo con un'altra essenza, quella della Bestia.
Due entità separate, sempre senzienti, ma costrette a condividere un solo corpo.
Quando Jane è umana, la voce della Bestia è come una presenza interiore che reagisce a tutto ciò che le accade e non sempre le due reazioni coincidono.
Quando la forma primaria è quella animale, accade la stessa cosa. La coscienza di Jane guida le azioni della Bestia, rendendola un'arma infallibile ed eccezionale per le indagini.
Questa doppia personalità mi ha intrigato parecchio e ha dato un tocco di originalità alla storia.
All'interno del romanzo, la natura della Bestia e il mondo in cui Jane ne è entrata in possesso, è un'incognita che si svela lentamente con l'avanzare delle indagini e delle scoperte di Jane.
Il vampiro emarginato si rivela un osso duro e una creatura molto più complessa e fuorviante, rispetto ai sospetti originali. 
Un frutto della magia nera cherokee che in poco tempo mette in ginocchio l'intera città.
La lettura è  incentrata principalmente sull'azione e l'avventura, rendendo la storia un'ottimo thriller soprannaturale che conquisterà sicuramente gli appassionati del genere.
Le romantiche ne rimarranno deluse, perchè Jane non è la tipa che si abbandona ai sentimenti. 
La parte romance è praticamente assente, anche se è presente un accenno d'interesse da parte della protagonista per due personaggi in particolare.
Ad attirare la sua attenzione è Rick, un biker cajun, selvaggio e misterioso, l'unico in grado di stuzzicare il suo interesse. L' altro è Leo, signore della congrega dei vampiri che con il suo charme aristocratico cerca di sedurre la nostra eroina.
Spero che nel prossimo volume questo aspetto della storia venga sviluppato, perchè possiede un ottimo potenziale.
Sono anche curiosa di conoscere Molly, l'amica strega di Jane e sua figlia Angie, entrambe hanno attirato la mia attenzione e mi piacerebbe approfondirle meglio.
Jane è un' ottima protagonista, una di quelle toste che non si lascia spaventare da nulla, indipendente e indomita di fronte al pericolo.
L'unico lato della vicenda, che non sempre mi è piaciuto, è stato il mancato approfondimento del suo aspetto umano e sentimentale. La scrittrice si è soffermata maggiormente sul lato combattivo della protagonista, senza indugiare troppo sui sentimenti.
Ciò ha reso la lettura meno entusiasmante dal mio punto di vista.
Il romanzo. resta comunque un ottima lettura, ben scritto, ricco di descrizioni e dettagli, vivido e tangibile. I personaggi sono poliedrici e a tutto tondo, con un'attenzione particolare sulla protagonista.
Carico di azione, mistero e adrenalina, arricchito da atmosfere magiche , frutto delle antiche leggende indiane, promette un ottimo inizio per questa nuova saga urban fantasy.

VALUTAZIONE FINALE : 3 FATINE

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura!

1 commento:

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Ciao!!
C'è un premio per te nel mio blog!
http://libridicristallo.blogspot.it/2013/10/premio-versatile-blogger-award.html