martedì 29 aprile 2014

TEASER TUESDAYS #26 : QUANDO IL DIAVOLO MI HA PRESO PER MANO DI APRIL G. TUCHOLKE

Buongiorno lettori! Siete pronti per il Teaser Tuesdays di oggi?
Una rubrica ideata dal blog Should be Reading, che consiste nel far sapere agli altri cosa si sta leggendo.

Vi ricordo le regoline se volete partecipare :
Basta prendere il libro che si sta leggendo, aprirlo ad una pagina a caso e trascrivere un breve spezzone (senza fare spoiler) del romanzo.
Aggiungete titolo e autore, in modo da far sapere agli altri di cosa si tratta.

Il romanzo di oggi è :
QUANDO IL DIAVOLO MI HA PRESO PER MANO DI APRIL G. TUCHOLKE


L' auto si fermò. Scese un ragazzo. Aveva più o meno la mia età, ma non potevo certo definirlo un uomo. Perciò si, un ragazzo : dalla macchina scese un ragazzo e guardò dritto verso di me, come se lo avessi chiamato per nome.
Ma non l'avevo fatto. Lui non mi conosceva e io non conoscevo lui. Non era alto, meno di un metro e ottanta, forse, ed era magro ma muscoloso. Aveva i capelli folti, castani, con la riga di lato...finchè il vento dal mare non glieli soffiò sulla fronte, scompigliandoli.
La sua faccia mi piacque da subito; e anche la sua pelle abbronzata, di chi ha passato ogni singolo giorno della sua vita sotto il sole estivo; e i suoi occhi castani.

PAGINA 10

2 commenti:

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Io ho appena pubblicato la recensione di questo libro!

Annalisa Lupo ha detto...

Bel Teaser... ho una voglia matta di leggere questo libro ^-^

Sono ufficialmente nel panico e, come sempre mi accade nei momenti delicati, cose del tutto insensate finiscono per sfuggirmi di bocca. "Lei è cinese?", gli chiedo a bruciapelo prima di riuscire a bloccarmi.
Il signor Kim, che già prima non avrei potuto definire un uomo loquace, pare irrigidirsi ulteriormente di fronte alla mia domanda inaspettata. Forse partire con un interrogatorio non è il modo migliore per rendersi simpatici a gente che non si conosce.
L'uomo del mistero strabuzza gli occhi quasi offeso, come se la mia fosse una domanda ridicola. E' vero, posso essere stata indiscreta, ma di certo non merito lo sguardo di assoluto disprezzo che mi sta lasciando.
"Mmm, no. Sono americano, ma di origini coreane", si degna finalmente di rispondermi, ma come se lo stesse facendo a malincuore. Pare che le sue parole siano merce molto rara.
- Tratto da COME INCIAMPARE NEL PRINCIPE AZZURRO di Anna Premoli pag. 19-20