mercoledì 6 novembre 2013

LA MIA OPINIONE SU...IL CONFINE DEL PIACERE DI MAYA BANKS


Buonasera lettori! Questa sera vi propongo la recensione di un libro che purtroppo mi ha lasciato molto delusa.


Titolo: Il confine del piacere
Autrice : Banks Maya
Prezzo: € 9,90 
Dati: 2013

Editore: Harlequin Mondadori  (collana hm)






La mia opinione : Il confine del piacere è il primo romanzo erotico della scrittrice Maya Banks con cui ho a che fare.
Come sapete, il genere non è tra i miei preferiti, ma di tanto in tanto, per variegare la lettura, mi dedico anche a questo particolare settore narrativo.
Avevo sentito parlare molto bene di questa scrittrice, soprattutto della sua precedente trilogia, la "Breathlees trilogy", ma nonostante le premesse positive, sono rimasta assolutamente delusa da questo romanzo.
La trama si può riassumere in poche righe. Una donna, se così la vogliamo definire, ha una relazione con due uomini.
Kit è una ragazza con un passato difficile, cresciuta con due amici uomini, Mac e Ryder, a cui è molto legata.
La loro relazione, nata esclusivamente per provare un'esperienza sessuale fuori dal comune, diventa in breve tempo un vero e proprio rapporto.
Una relazione per niente semplice, infatti sia Mac che Ryder, provano sentimenti forti per Kit  e ognuno la vorrebbe avere per se.
A quanto pare la ragazza non può vivere senza  entrambi e loro, come due "zerbini" ( non poteva esserci termine più adatto), si prostrano sofferenti ai suoi desideri.
Ad aggiungere suspance alla storia, che di per se è estremamente semplice, la scrittrice ha aggiunto un elemento importante.
Kit, circa sei mesi prima dell'inizio della storia, è stata violentata da un misterioso aggressore che non ha mai riconosciuto, ma che ancora continua a tormentarla con azioni da stalker che lei non rivela a nessuno.
La mia indisposizione nei confronti di questo romanzo nasce soprattutto nei confronti della protagonista.
Definire Kit irritante è solo un eufenismo. 
E' una donna priva di carattere e di forza interiore, piagnucolosa, frivola ed egoista.
Non fa che piangere tra una riga e l'altra, si comporta sempre da vittima anche se in realtà è la burattinaia di tutta la vicenda.
Con i suoi capricci e i suoi desideri infantili, tiene legati a se due uomini, disposti a tutto pur di farla felice.
Non so cosa sia peggio, tra l'egoismo di Kit e l'assurda venerazione che i due ragazzi provano per una donna così scialba.
Abbiate pazienza, ma una che dopo pochi mesi da uno stupro, se ne va in giro con il sedere al vento, pensa ossessivamente al sesso e si lascia legare/ ammanettare, vi sembra credibile? 
Dopo uno stupro ci si aspetta un minimo di fragilità e un atteggiamento più cauto nei confronti del sesso, ma a quanto pare non tutti la pensano come me...
Un esempio : Dopo aver ricevuto una minacciosa telefonata da parte dello stalker, il suo primo pensiero non è quello di andare alla polizia (come la gran parte della gente normale), ma di fare sesso sul divano con Mac e Ryder.
Insomma, una ragazza che ha la fragilità di una pozzanghera, circondata da due ragazzi innamorati, ma con il cervello completamente annebbiato da lei.
Mac, è caratterialmente il più forte tra i due, estremamente possessivo e dominante, geloso in maniera quasi ossessiva e innamorato perso di Kit.
Di certo non vi aspetterete che uno così condivida la sua donna con un altro, semplicemente perchè lei lo desidera. 
Invece no. 
Mac è possessivo all'inverosimile, ma quando si tratta di cedere sessualmente la sua donna al suo migliore amico, non ci sono problemi.
Dico, vi sembra coerente???
Cito testualemente le parole di Mac, dopo aver beccato Ryder e Kit a spassarsela mentre lui dormiva nella camera accanto :
" Pensi che non ti avrei invitato a venire con noi se avessi saputo che avresti fatto l'amore con lei? Ero nella stanza accanto,amico. Non dall'altra parte della città. Non di nascosto. C'è una grossa differenza. Kit era sveglia per via degli incubi. Sono contento che tu abbia potuto offrirle un pò di conforto."
Insomma se la donna che ami ha gli incubi e il tuo migliore amico le da una ripassata per calmarla, che problemi ci sono?
Concludo con un'altra citazione di Mac :
"Adoro come sei in questo momento, legata e sporca del nostro sperma"
Una frase da ragazzo innamorato e gelosissimo, no?
Datemi dell'antica, ma se un uomo dichiara amore eterno ad una donna e poi la condivide con un altro, secondo me l'amore non sa nemmeno dove sta di casa.
Detto questo, passiamo a Ryder. Nonostante l'aspetto del biker selvaggio, è un ragazzo generoso e di buon cuore. Oltre a questo, non saprei dire altro di lui.
Vi dico solo che le sue frasi migliori sono:  " Ehi, bambolina" o " Ehi ragazzina", insomma un uomo con un sacco di cose da dire.
Tralasciando le capacità di dialogo, quantomeno Ryder non si lascia andare alle volgarità dette da Mac e tra i due, sembra quello più afflitto dalla condivisione della donna che ama.
Ad un certo punto, la vicenda amorosa dei tre s'interrompe, per lasciare spazio ad una seconda coppia.
Il romanzo infatti è diviso in tre parti. Le prime due sono dedicate a Kit e i suoi uomini, mentre la terza a Mia e Jack.
Mia, è un personaggio secondario, essendo la migliore amica di Ryder, a cui viene dedicata la parte finale del libro.
Una ragazza giovane, costretta a fare la spogliarellista da un debito che ha contratto con un malavitoso della città,dopo essere stata abbandonata dall'unico uomo che abbia mai amato.
Jack, dopo molti anni , ritrova Mia, deciso a spiegarle le valide ragione per cui due anni prima l'aveva lasciata.
La situazione tra loro è molto tesa e sfocia in una lotta contro la malavita della città, per liberare Mia dalla schiavitù.
Ho apprezzato Mia, molto più di Kit, l'ho trovata coraggiosa, determinata e decisamente più simpatica.
In questa parte però, non ho sopportato Jack. Il suo fare da dominatore, arrogante e spesso violento, in alcuni punti mi ha persino spaventata.
Ho trovato l'inizio di un rapporto con lui, malsano e privo di libertà.
Una lettura che non mi sono pentita di aver affrontato dato che prima di giudicare qualcosa bisogna conoscerla.
Da questo romanzo mi aspettavo amori travolgenti, sentimenti forti e indomabili, invece mi sono ritrovata una ragazzina piagnucolosa, venerata come una dea, da due uomini con lo spessore caratteriale di un'alga.
La trama non era male, ma i personaggi mi hanno coinvolto così poco che non sono riuscita ad apprezzarla pienamente.
Se mi capiterà, leggerò la Breathless Trilogy, soprattutto per capire se i personaggi realizzati da quest'autrice viaggiano tutti sullo stesso binario o questi, sono stati solo una "defiance".

VALUTAZIONE FINALE :1 FATINA


Image and video hosting by TinyPic


Buona lettura!

4 commenti:

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

'Datemi dell'antica, ma se un uomo dichiara amore eterno ad una donna e poi la condivide con un altro, secondo me l'amore non sa nemmeno dove sta di casa.' TU HAI PERFETTAMENTE RAGIONE, ALTRO CHE ANTICA! IO LA PENSO COME TE!

Anita Blake ha detto...

Grazie del sostegno, collega ^^

Su Ali d'Inchiostro ha detto...

Non ho letto questo libro e ti ringrazio per la recensione perché una protagonista che si lagna in ogni pagina non riuscire a sopportarla. Come ha detto Ilenia, anch'io la penso esattamente allo stesso modo. Come può un uomo condividere la donna che ama con un altro? Forse solo per una trasgressione sessuale può fare una cosa del genere.
Comunque bella recesione :*

Ale

Anita Blake ha detto...

Grazie Ale, sono contenta che ti sia piaciuta :)