sabato 8 marzo 2014

GIVEAWAY DI MANUELA DICATI E IL MERCATINO DEI LIBRI FANTASY : IN PALIO EBOOK E UN BUONO AMAZON


Buongiorno lettori! Vi ricordate che la settimana scorsa vi avevo promesso un nuovo Giveaway in collaborazione con una talentuosa autrice italiana?
Ebbene, Anita mantiene sempre le sue promesse e in onore della Festa della Donna diamo il via ad un nuovo Giveaway a premio.
Il concorso è dedicato ai romanzi dell'autrice italiana Manuela Dicati che ha gentilmente messo a disposizione alcune sue opere.

Che ne dite di dare una sbirciata ai premi ?

1° PREMIO: Buono Amazon da € 5,00 + e-book “I Custodi della Notte” di Manuela Dicati + e-book “Un Assassino nell’Ombra” di Manuela Dicati

2° e 3° PREMIO: e-book “I Custodi della Notte” di Manuela Dicati + e-book “Un Assassino nell’Ombra” di Manuela Dicati


Anne è una ragazza come tante e a 23 anni ama due cose nella vita: la musica, per cui ha uno straordinario talento, e Chris, il ragazzo dolce e bellissimo che le ha rubato il cuore. Ogni notte i due giovani si incontrano e si scambiano un tenero bacio, ma Chris…nella realtà non esiste. E’ solo il frutto della sua fantasia e dei suoi sogni. Un giorno, tornando a casa dal lavoro sotto un diluvio infernale, Anne si scontra con un ragazzo e con grande sorpresa scopre che è proprio lui: Chris.
Da quell’incontro la vita e il mondo di Anne vengono completamente stravolti. Tra Vampiri, streghe, sette millenarie, profezie e combattimenti, la ragazza viene catapultata in una realtà ben diversa da quella che ha sempre conosciuto e si chiede se una semplice umana è in grado di farne parte. Ma forse…Anne non conosce completamente se stessa, perché le cose, anche le più semplici, non sono mai ciò che sembrano.


Michela Bellani si è appena trasferita nel suo nuovo appartamento quando durante la notte un ladro le entra in casa. Fortunatamente il suo vicino, l’irritante quanto affascinante ispettore di polizia Gabriele Vittori, ferma l’intruso. La ragazza sporge denuncia e poi riprende la sua vita come se nulla fosse successo. O perlomeno quasi nulla, dal momento che tra lei e Gabriele nasce subito una forte attrazione che le fa pensare di poter tornare ad amare dopo il tragico incidente avvenuto quattro anni prima.
Gabriele Vittori non ha mai pensato di innamorarsi; eppure quella ragazza dolce, bella e sicura di sé lo ha colpito profondamente, tanto da fargli desiderare di costruirsi una famiglia. Ma un’ombra oscura insidia il loro cammino: l’uomo penetrato nell’appartamento di Michela viene trovato ucciso e la situazione precipita.
Gabriele dovrà usare tutta la sua esperienza e le sue abilità di poliziotto per scoprire l’identità dell’assassino e fermarlo prima che riesca a portargli via per sempre la donna che gli ha rapito il cuore.

Come si vince?
Estrazione dei tre vincitori con random.org, tra le risposte più originali alla domanda posta dall’autrice.
I commenti vincitori verranno pubblicati  sul blog che ospita il giveaway, sul blog dell’autrice e sulla pagina facebook dell’autrice.
A estrazione avvenuta i tre vincitori verranno contattati via mail.

DURATA DEL GIVEAWAY: DALL' 8 MARZO A MEZZANOTTE DEL 31 MARZO.

Ecco le regoline per partecipare :

1) Essere follower del Mercatino dei Libri Fantasy (basta un click su unisciti a questo sito nel riquadro in alto a sinistra)
2) Mettere mi piace sulla pagina fb del Mercatino dei Libri fantasy (clicca QUI) e sulla pagina fb dell’autrice(clicca QUI)  

3) Opzionale, ma graditi sono:
- La condivisione dell'evento. Se avete un blog pubblicate il banner oppure condividete sui vostri social network ( non dimenticate di segnalarlo nel commento se lo avete fatto)


BANNER :

 Create your own banner at mybannermaker.com!


Questo link lo dovete collegare all'immagine : http://leggerefantasy.blogspot.it/2014/03/giveaway-di-manuela-dicati-e-il.html
-Diventare follower del blog dell'autrice (clicca QUI)


4) Commentare questo post rispondendo alla domanda dell’autrice:

I Custodi della Notte e Un Assassino nell’Ombra sono in primis una storia d’amore e in una storia d’amore ciò che mi colpisce sempre e reputo fondamentale è il primo incontro tra i protagonisti. Come vorreste che fosse il primo incontro perfetto tra due cuori destinati ad amarsi?

5) Non dimenticate il vostro indirizzo email.

Se siete curiosi eccovi un estratto de I Custodi della Notte, cap 5:

Il primo bacio tra Anne e Chris

Quando Anne aprì gli occhi, la prima cosa che sentì furono le braccia di Chris intorno al suo corpo. Era steso al suo fianco come quando si era addormentata e la sensazione era bellissima. Non voleva muoversi per godere ancora un po’ di quel calore.
-E’ inutile che fai finta di dormire, piccola approfittatrice. Lo so che sei sveglia.-
Anne aprì gli occhi e si stiracchiò ma invece che dover abituare gli occhi alla luce del mattino si sorprese nel vedere che fuori era il crepuscolo. Aveva dormito tutto il giorno.
-Non è possibile, ho dormito un giorno intero?-
-Anne, stavi per morire, che cosa pensavi?! E cerca di non agitarti perché sei ancora molto debole. A proposito, sei adorabile quando dormi. Almeno nel sonno non mi dici cattiverie.-
Qualcosa tra loro era cambiato. Lei stava per morire e lui l’aveva salvata e questo aveva abbattuto parecchie barriere. Il suo sguardo era cambiato, il modo in cui le parlava. Non era come se si conoscessero da pochi giorni, ma come se fossero…in intimità. Cercò di allentare la tensione che l’agitava con l’unica arma che aveva, il sarcasmo.
-Forse perché quando dormo non devo difendermi dalla tua arroganza-
La sua risata sonora riempì la stanza e stringendola ancora più forte la baciò sulla fronte. I loro corpi aderivano l’uno all’altro e solo allora, sentendo il calore che lui emanava Anne si rese conto in che posizione intima si trovavano. Le si imporporarono le guance e cercò di alzarsi senza successo.
-Lasciami, voglio alzarmi.-
-Non ci penso proprio sai? Ieri ho rischiato di perderti perché mi sono distratto ed ora non intendo lasciarti nemmeno un secondo. E poi mi merito un premio per essere rimasto qui con te tutte queste ore, sono un po’ rattrappito-
E prima ancora che Anne potesse capire il senso di quelle parole, lui le catturò la bocca con la sua e iniziò a baciarla dolcemente. Le sue labbra erano miele e assenzio e si muovevano sempre più decise sulle sue. Anne non riusciva a credere che lui la stesse baciando, che quello splendido ragazzo, bello da impazzire, provasse qualche interesse per lei, eppure era così, non era il suo sogno, stava accadendo veramente e ciò che il suo corpo provava ne era la prova. Sentì una fitta allo stomaco e un languido calore iniziò ad avvolgerle il petto espandendosi per tutto il corpo. Reagì a quel bacio senza nemmeno pensare, lasciando che i suoi sensi prendessero il sopravvento. Chris le passò una mano dietro la testa affondando le dita nei suoi folti capelli scuri e con l’altra le accarezzava la schiena. Le leccò le labbra invitandola a schiuderle per poter invadere la sua calda bocca e lei rispose con fervore a quella richiesta. Il bacio divenne sempre più profondo e appassionato, le loro lingue si allacciavano, si assaggiavano, si esploravano con sempre maggiore impazienza e i loro corpi premevano l’uno contro l’altro in preda a un desiderio crescente.
Poi di colpo lui si staccò. Avevano entrambi il fiatone ed erano accaldati. Anne non poteva credere a quello che era appena successo e ora, passato il momento provava solo una gran vergogna; aveva iniziato lui ma certo lei non si era tirata indietro. La guardava trafiggendola fin nelle ossa e i suoi occhi ardevano di un qualcosa che non aveva mai visto in un uomo, non almeno rivolto a lei: desiderio. Non sapeva cosa dire e fortunatamente fu lui a parlare per primo.
-Se questa è la ricompensa per averti tenuto compagnia una notte, mi chiedo quale sarà il mio premio quando ti avrò rivelato ciò che vuoi sapere.-
E scoppiò a ridere.
Ma come faceva a rovinare sempre tutto con una semplice frase!

Alcune curiosità sul libro Un Assassino nell’Ombra:

Nel libro ho inserito qua e là alcuni riferimenti che si rifanno a mie passioni personali o aneddoti del mio passato.
1-    Io adoro i fumetti e in particolar modo adoro Tex, così ho voluto rendere omaggio al personaggio introducendolo del mio libro. Ecco che quindi, la coppia rappresentata da Gabriele e Raffaele, viene soprannominata dai loro colleghi Tex Willer e Kit Carson. Il loro modo di fare come poliziotti e come coppia, il loro affiatamento, l’infischiarsene della burocrazia e a volte delle regole troppo rigide rispecchia molto i due ranger del fumetto. Inoltre ho inserito nei loro dialoghi anche alcune frasi tipiche dei battibecchi dell’inseparabile duo.
2-    Il film preferito di Gabriele è “Il buono, il brutto e il cattivo” di Sergio Leone. Anche questo è ripreso da una mia passione che in parte si lega a quella precedente: i film western. Avrò visto questo film almeno 30 volte e ne possiedo anche il dvd, con l’indimenticabile colonna sonora di Ennio Morricone.
3-    Il piatto preferito di Gabriele è la parmigiana di melanzane, mentre Michela adora i cornetti vuoti per colazione…indovinate chi va matta per queste due cose?
4-    Michela e Lorenzo sono due fratelli molto affiatati che, nonostante la differenza di età sono molto uniti e si divertono a farsi dispetti. C’è un episodio della loro infanzia che viene nominato di sfuggita che ho copiato da un aneddoto successo a me quando avevo circa 10 anni. Mentre me ne stavo beata e tranquilla a vedere la televisione, mio fratello più piccolo di 5 anni, mi si avvicinò di nascosto alle spalle e mi versò in testa un intero bicchiere di latte zuccherato. Non vi dico come mi ridusse. Ovviamente mi vendicai molto duramente!
5-    Nella storia ho reso un piccolo omaggio a un altro film (ebbene sì faccio parte della generazione che è cresciuta con tata-tv) che mi colpì molto quando ero piccolina. S’intitolava “L’ascensore”, un film horror prodotto nel 1983 e diretto dal regista Dick Maas, in cui in un palazzo un ascensore inizia a funzionare da solo uccidendo gli inquilini. I non più giovanissimi se lo ricorderanno. Da piccolina, per quanto odiassi i film Horror (li odio tutt’ora) mi ritrovavo sempre a vederli insieme a mia sorella più grande che invece li adorava. Grazie a quel film che mi terrorizzò, (insomma vedere un uomo cieco cadere nella tromba di un ascensore, un altro venire decapitato e un altro impiccato, non sono scene proprio adatte ad una bimba di 5 o 6 anni), ho preso il mio primo ascensore da sola quando avevo 10 anni e ben sapendo che i miei genitori mi aspettavano fuori, ero parecchio spaventata. Ancora oggi preferisco fare un po’ di scale piuttosto che prendere un ascensore.
6-    Alla fine del libro compare un cimitero. Per la sua descrizione mi sono ispirata a un vero cimitero sconsacrato risalente all’800, situato in Inghilterra, vicino Londra. Era il 1993, un altro secolo, un altro millennio, e per quanto si è evoluta la società in soli due decenni sembra veramente un altro tempo. Avevo 14 anni e mi trovavo in un college di cui non ricordo minimamente il nome, né la città, per un soggiorno studio. Nella proprietà del college si trovava una chiesa sconsacrata con annesso cimitero e la sera, con gli amici, si andava lì a chiacchierare. Perché in un cimitero? Vallo tu a capire. Eravamo ragazzini e i quattordicenni di venti anni fa non erano come quelli di oggi. Più ingenui e “sempliciotti”, ci affacciavamo allora all’adolescenza e alle prime cotte. Niente cellulari, niente internet con tutti gli annessi e connessi, social network e via dicendo e la sera in un college inglese, impossibilitati ad uscire, non c’era molto da fare. Per cui ce ne stavamo là, seduti su quelle tombe ormai vuote con ancora le lapidi sbiadite ma leggibili, compiaciuti per quel pizzico di trasgressione alle regole del college, discutendo di musica, film, sport, pettegolezzi e quant’altro. A distanza di tanto tempo ancora ricordo quel posto in ogni minimo dettaglio e la sensazione nostalgica che provavo nell’osservare quelle foto ingiallite e abbandonate all’usura dei secoli, di persone vissute e morte e lì un tempo ricordate dai loro cari.
Un luogo carico di memoria e storia che in qualche modo ha lasciato un segno dentro di me e che ho voluto riportare nel libro.


Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Anita

12 commenti:

Katy71 ha detto...

Ciao, credo d'aver fatto tutto o quasi. Mi manca la condivisione che farò sulla mia bacheca (Catherine BC). In quanto alla domanda dell'autrice...Vorrei che il primo incontro tra due anime destinate ad appartenersi non fosse mai banale, ordinario o scontato, perchè due spiriti affini non possono che aspirare allo straordinario. Grazie a voi...
ah, la mail...
katypol@libero.it

Steph ha detto...

Ciao! Partecipo molto volentieri! Entrambi i romanzi sono molto allettanti ^^
mail: stephanie__93@hotmail.it

Anche per me è importante l'incontro tra due protagonisti, è da lì che le cose si fanno interessanti e dovrebbe cominciare fuori dal comune. Tipo tramite situazioni assurde che mai in una storia d'amore così bella pensi ne sia il frutto. Però, è anche vero che la scintilla possa scattare non solo all'istante ma anche con momenti tradizionali. Sì, perché l'amore è qualsiasi cosa e senza previsioni...

Banner condiviso sul blog
Messo mi piace alla pagina del blog e dell'autrice come Gotta Read'em All
GP: https://plus.google.com/118069101467006701412/posts/UYDi5Q3wopj

Spero di essere tra le fortunate perché i libri mi ispirano tantissimo! *^*
Auguri a tutte le donne! :*

ramona ha detto...

Fatto tutto !!!condivisione e follower?!!
Anch io penso che un incontro di due anime innamorate debba essere casuale,ma un po' originale,dove pensi che sia solo casualità ma poi ti accorgi che è proprio in quel momento che il tuo cuore ha preso vita ed ha iniziato a battere...
Grazie
Rosyramo@libero.it
Condiviso qui
https://www.facebook.com/ramona.bottoli?ref=tn_tnmn

Isa Val ha detto...

Vorrei che fosse d'impatto, che lasciasse a bocca aperta come se in quel determinato momento si fosse capito il senso di un'intera esistenza e si fosse trovato ciò che si era sempre cercato: l'amore vero.
Due sguardi soltanto consapevoli che si incontreranno ancora.

gfc: ISA VAL
mail: cogitoergosum8587@yahoo.it

https://www.facebook.com/cogito.ergosum.7161/posts/1553603234864074?stream_ref=10

sorairo ha detto...

Ho un premio per te
http://madeforbooks.blogspot.it/2014/03/book-cake-tag.html

cricchio ha detto...

gfc: cricchio
mail: cristinacaligaris@gmail.com
condivisione: https://twitter.com/criscaligaris/status/442740607706865664
mi piacciono gli incontri divertenti, tipo una festa di carnevale, uno spettacolo da clown qualche cosa che faccia ridere che sia dfiverso da quello che sarà la realtà

Chicca ha detto...

Partecipo volentieri,condiviso: https://www.facebook.com/chicca.tamburrino/posts/519406941511825?stream_ref=10
GFC/FB: Chicca Tamburrino
e-mail: pleadi@inwind.it
Il primo incontro perfetto tra due anime destinate all'amore deve essere solo apparentemente casuale:in realtà è il destino o fato come dir si voglia che ha già provveduto a tessere quella fitta rete di coincidenze che porteranno i due cuori ad unirsi.Ho in mente una mattina di sole, in un giorno d’estate: due sguardi che si incrociano in una sala da the in centro o in un ristorante...E mentre i due continuano a fissarsi , con centinaia di persone fra loro, estranee e rumorose, con le proibizioni, le regole, i buoni insegnamenti, le convenzioni sociali a separarli,in realtà stanno già attraversando con le dita quella barriera sottile e si sfiorano le mani.

CHIARA ROPOLO ha detto...

Ciao, dovrei aver fatto tutto. Ho anche condiviso dove potevo (g+1 e facebook).
L'incontro perfetto tra due cuori destinati ad amarsi secondo me dovrebbe essere "normale", cioè avvenire in un contesto di quotidianità, scuola lavoro ecc., perchè è la scintilla che scocca e l'incontrarsi e il riconoscersi la cosa importante. Per me. Il resto è coreografia, ma non deve sovrastare i protagonisti.
Grazie per l'opportunità.
La mia mail chiara.ropolo@virgilio.it

Stefania Mognato ha detto...

ondiviso e vorrei che le due anime si incontrassero in un bosco dove tutto è silenzioso, dove al di là del buio possa io sentire il tuo respiro e che avverta però che tu sei la mia anima gemella e quindi non provo paura ma solo una grande pace e il buio mi avvolge come seta che accarezza la mia pelle, ma sento il tuo odore ed eccoti qui mi sento felice il mio cuore fa un sobbalzo ed ecco ti percepisco, ti sento, ma ancora non ti vedo..
stefania6831@virgilio.it

jess maccario ha detto...

fatto tutto e condiviso sulla mia pagina https://www.facebook.com/JessicaMaccariolibri :) mail: jessica.maccario@gmail.com

Ho letto i due libri, perciò partecipo solo per il buono! so com'è l'incontro tra i due protagonisti (anzi, lo scontro direi ;)) e ora vi parlo del mio. Non credo più negli incontri perfetti, dove due si guardano negli occhi e già capiscono di amarsi. Penso che prima di tutto due persone dovrebbero conoscersi, diventare amiche. L'amore è un qualcosa che arriva lentamente, che si consolida con il tempo. Io ho due esperienze, molto diverse, che mi hanno insegnato a vedere l'amore in questa prospettiva. Nella prima, conosco un ragazzo per cellulare (chissà come aveva il mio numero) e mi innamoro delle sue parole, del suo essere affascinante anche senza vederlo dal vivo; quando ci incontriamo il mio cuore batte velocemente, è un incontro fatto di sguardi e nessuna parola, semplicemente io entro nel bar e lui è lì con gli amici e mi fissa. Nel terzo incontro siamo fermi alla fermata del pullman, deserta perché è notte, lui si avvicina per baciarmi e io mi tiro indietro insicura, ma poi sento che baciarlo è quello che voglio e l'attrazione è troppo forte, così le nostre bocche si uniscono e tutto è perfetto...
Nella seconda situazione, ci conosciamo su un social network e chiacchieriamo del più e del meno, io gli parlo del mio ragazzo e lui mi parla della sua ex. Ci incontriamo e chiacchieriamo ancora, sono agitata perché in fondo non lo conosco ed è anche carino, ma di certo non penso a baciarlo. Andiamo avanti così per un mese, poi lui un giorno si avvicina e mi abbraccia. Continua a tenermi stretta a sé per tutti gli incontri successivi, un abbraccio innocente eppure pieno di mille significati... e dentro di me comincia a sbocciare un sentimento sempre più vivo, che non posso ignorare. Un giorno lui va in vacanza con i suoi e ci rimane un mese, il mese più lungo della mia vita, dove entrambi ci accorgiamo che non possiamo più stare l'uno senza l'altro. A quel punto lascio il ragazzo con cui stavo (in una relazione a distanza che si tirava avanti da un anno) e dopo un altro mese decido di buttarmi... ecco la conclusione della favola: il ragazzo della prima esperienza mi è rimasto dentro il cuore per anni, ma mi ha fatto soffrire come mai nessuno, tradendomi dopo appena due mesi. Con il secondo sto da più di sei anni e mai una volta ho pensato a tradirlo. Questo, credo, è l'amore più bello che ho trovato.

Emily Hunter ha detto...

Ok, ci sono...sto pensando tipo da 20 minuti come dovrebbe essere l'incontro e...non ho una risposta XD
Non mi interessa tanto il luogo, l'atmosfera e tutto il resto perchè per me può scoccare sia sotto il sole estivo che in una magica notte di neve, sono le persone che devono "riconoscersi", adesso provo a spiegarmi XD
Io mi immagino che queste due persone che magari sono opposti come il sole e la luna si guardino, parlino e si sentano..leggeri credo sia la parola giusta. Si sentiranno accettati e tranquilli di poter parlare di tutto, fiduciosi ecco, che pensino qualcosa come "ah, è lei la persona che ho aspettato tutta la vita, è lei quella che cercavo e infine ho trovato".
Io non so se son riuscita a spiegarmi in modo esaustivo, è troppo un casino quello che ho in testa e spesso non riesco a trovare le parole adatte per descrivere quel che sento XD
Penso di aver piacizzato la pagina e il blog dell'autrice, del mercatino lo ero già^^
la mia email è hunteremily19@gmail.com
https://twitter.com/anya2604/status/445578504277467136
https://plus.google.com/u/0/118226722462865524028/posts/boZvLQ8tr8S

Venera Giannetto ha detto...

mi sono limitata a leggere le trame, non voglio svelarmi nulla leggendo le curiosità, ma già dal titolo e da quelle righe che ho potuto leggere, sembrano proprio dei bei libri! :)
per me il primo incontro tra i protagonisti dovrebbe essere speciale...dove ad essere descritte sono le emozioni che si provano sin dal primo sguardo, il battito che aumenta, il respiro che cresce... magari in una situazione strana e originale, anche "pericolosa", perchè no? un amore che inizialmente non potrebbe esistere ma che poi sarà il "grande" Amore, quello con la A maiuscola, un amore tra persone che sono destinate ad amarsi per tutta la vita, nonostante le situazioni che si troveranno ad affrontare :)
gfc: lonely_star
facebook: Venera Giannetto
email: lonely_star@live.it
condivido su facebook perchè non ho un blog!