giovedì 16 febbraio 2012

OPINIONI SU...SWITCHED DI AMANDA HOCKING

Buonasera ragazze! Questa sera vi propongo la mia opinione su un libro uscito da poco e che ha avuto un grande successo editoriale, SWITCHED.IL SEGRETO DEL REGNO PERDUTO DI AMANDA HOCKING.


TITOLO : SWITCHED,IL SEGRETO DEL REGNO PERDUTO
AUTORE : AMANDA HOCKING
EDITORE :FAZI
PREZZO : 12.90 EURO
DATI : 2012,279 PAGINE



TRAMA :
Wendy Everly ha diciassette anni, capelli sempre arruffati e un carattere insolitamente difficile. Vive con il fratello e la zia in una piccola, noiosa cittadina di provincia. La madre è ricoverata in una clinica psichiatrica, da quando ha tentato di uccidere la figlia il giorno del suo sesto compleanno. E stato allora che Wendy le ha sentito pronunciare per la prima volta un'accusa terribile: di avere in qualche modo preso, alla nascita, il posto del suo vero figlio. Adesso le giornate di Wendy trascorrono pigre, tra un liceo dove non s'impara nulla di davvero eccitante e una vita sociale e familiare prevedibile e monotona, quando va bene. Condizionare le azioni altrui con la forza del pensiero potrebbe essere un modo per scacciare la noia, ed è proprio quel che le capita e che non sa spiegare. Uno strano potere che viene da lontano ma di cui lei non può ricordare l'origine. A offrirle una conturbante risposta sarà Finn, un affascinante ragazzo da poco in città che si manifesta una notte alla finestra della sua stanza. È infatti lui che le rivelerà la sua vera identità di change-ling e le dischiuderà le porte di un mondo attraente e sconosciuto, duro e sconvolgente, dove la magia è di casa. Un mondo percorso da insidie cui Wendy scopre dolorosamente di appartenere, e dove le è riservato un destino più grande di quanto lei possa immaginare.

IL MIO PARERE : Ho acquistato questo libro spinta dalla curiosità e dal desiderio di leggere una storia nuova ed interessante. Forse spinta dai commenti ultra positivi ( sul retro della copertina, un giornale inglese di cui purtroppo mi sfugge il nome lo aveva giudicato un misto tra Twilight ed Harry Potter) ho cominciato a leggere questo romanzo con una vagonata di entusiasmo e forse per questo mi sono ritrovata un' pò delusa.
Premetto che secondo me nessun libro o comunque molto pochi sono arrivati ad entusiasmarmi al pari della saga del maghetto Potter e del meraviglioso universo di Twilight, per cui  paragonare Switched a queste intramontabili saghe mi è sembrato esagerato.
La storia è nuova e originale, Wendy, una ragazza dal passato difficile e tormentato, dovuto a una madre che non la riconosce come sua e un padre morto suicida quando era piccola, una ragazza particolare dal carattere difficile e particolare, che cerca ogni giorno di convivere con il fatto che la madre avesse tentato di ucciderla quando aveva solo sei anni.
Grazie all'affetto della zia e del fratello, riesce a condurre una vita quasi normale, nonostante il suo carattere che la porta a combinare un sacco di guai.
L'avventura comincia quando arrivata nella nuova scuola, incontra Finn, un ragazzo seducente e silenzioso che riesce a salvare la vita, durante un attacco notturno di Vittra, creature temibili e forti, che tentano di rapirla.
Wendy scoprirà finalmente che non è un umana ma tutte le sue peculiarità caratteriali sono dovute all'appartenenza ad una specie leggendaria di creature, i Trylle.
Il cacciatore Finn ha il compito di riportarla a casa, nella sua terra d'origine e riconsegnarla a sua madre, la regina del regno dei Trylle.
In breve tempo Wendy, si ritroverà catapultata in un regno sconosciuto, tra esseri magici e pieni di potere, principessa di un regno estraneo,lontana dai suo affetti più cari, costretta a convivere con una madre ostile e autoritaria e un amore contrastato e vincolato da una rigida etichetta di palazzo.
Come vedete la storia è carina e originale, ma sono molti i punti che non mi hanno convintadel tutto. Innanzitutto non mi è piaciuta l'idea del popolo dei Trylle ( che in realtà sarebbe i famosissimi Troll) vivere come degli esseri umani, avrei preferito maggiormente delle creature fantastiche e leggendarie, che degli esseri dalla forma umana con qualche potere paranormale e null'altro.
Lo stesso per il regno, avrei immaginato boschi e foreste, case nascoste negli alberi magari in un'altra terra, non una città a poche ore di macchina dal Minnesota.
Un'altra cosa che non mi ha propio intrigato è stato il fatto che Wendy passasse dalla totale indifferenza ad un amore folle per Finn. Insomma erano compagni di scuola e lei non si era mai accorta di lui, poi improvvisamente Finn comincia a fissarla e lei si innamora perdutamente.
Mi è sembrato anche un pò strano che  Wendy, inizialmente presentata come una ragazza ribelle e dal carattere complesso, una volta arrivata nel regno dei Trylle, non faccia una piega ( a pare qualche rara eccezione) davanti all'atteggiamento ostile e odioso di sua madre la regina.
Ovviamente non lasciatevi spaventare dai miei commenti, tutto sommato non è un libro banale ne scontato, si legge bene in maniera fluida e scorrevole, probabilmente mi sono lasciata troppo andare con la fantasia dopo aver letto i commenti che lo accostavano alle mie saghe preferite.
Se dovessi dargli un voto direi 3 su 6, provatelo e poi fatemi sapere cosa ne pensate.

Un bacione a tutte








2 commenti:

Dilhani Heemba ha detto...

A me ispirava la storia di Amanda, più che quella del libro, ma con tutte queste rece negative mi è passata la voglia :p

Anita Blake ha detto...

Ciao! Guarda io sono del parere che la lettura di un libro è assolutamente soggetiva per cui se fossi in te non mi farei scoraggiare. Però ti dico la verità, io l'ho trovato decisamente al di sotto delle mie aspettative e della pubblicità che hanno fatto. Un bacione buona giornata!