martedì 11 marzo 2014

TEASER TUESDAYS #19 : LA RAGAZZA DAI PIEDI DI VETRO DI ALI SHAW



Buongiorno lettori! Siete pronti per il Teaser Tuesdays di oggi?
Una rubrica ideata dal blog Should be Reading, che consiste nel far sapere agli altri cosa si sta leggendo.

Vi ricordo le regoline se volete partecipare :

Basta prendere il libro che si sta leggendo, aprirlo ad una pagina a caso e trascrivere un breve spezzone ( senza fare spoiler) del romanzo.
Aggiungete titolo e autore, in modo da far sapere agli altri di cosa si tratta.

Il romanzo di oggi è :
LA RAGAZZA DAI PIEDI DI VETRO DI ALI SHAW

 
La giovane Ida Maclaird. Carl Maulsen l'aveva incrociata per pochi secondi appena prima di andarsene, di partire di corsa come trascinato via da una tempesta.
Aveva chiuso la valigia piena zeppa e con un gran "Ciaoooo" e un abbraccio (aveva notato i suoi  scarponi e il bastone, ma non c'era stato tempo di indagare oltre: il taxi era già in strada che suonava il clacson) aveva depositato la chiave del cottage nella sua piccola mano morbida, si era infilato e se n'era andato.
Ma era bastato per turbarlo profondamente.
E solo per averla vista.
Per un uomo fiero di essere padrone del proprio destino, era imbarazzante essere travolto dagli eventi.
Non è necessaria una tragedia o una guerra per scardinare un'esistenza. E' sufficiente un ricordo.

PAGINA 52

2 commenti:

Annalisa Lupo ha detto...

"Fuoco!" gridò lo sceriffo. Una raffica di proiettili partì all'istante.
Ma nessuno di loro la colpì; un uomo imponente era comparso improvvisamente dal nulla frapponendosi prontamente tra lei e i poliziotti.
Con un ringhio furioso, l'uomo la spinse a terra strappandole il fucile dalle mani mentre i proiettili gli perforavano la schiena. Ellie alzò lo sguardo incredula. Le iridi di quell'uomo erano... rosse. Era stato colpito da almeno cinque proiettili ma non aveva mai staccato lo sguardo da lei.
"Cessate il fuoco!"
"Da dove è spuntato?"
"Che cazzo succede?"
La pelle di quell'uomo era perfetta come il marmo, e si stagliava in contrasto con la camicia e il cappotto neri che indossava. I suoi capelli erano biondissimi, i lineamenti regolari. E aveva due occhi... dell'altro mondo.
"Un altro demone!" Ellie tastò istintivamente la neve in cerca del fucile, ma l'uomo le bloccò il polso con lo stivale.
Quando lei gridò per il dolore, lo sconosciuto premette ancora di più lo stivale e aprì la bocca mostrandole... le zanne. "Come osi mettere in pericolo la mia femmina?" Aveva un accento molto marcato, e il tono della sua voce era carico di disprezzo. Quando udirono le sue parole, i cani si zittirono immediatamente.
"Di... di che cosa parli?"
"Della tua fine eroica Elizabeth. E tutto per qualche omicidio." La guardò disgustato, come a dire 'cresci'.

Lothaire di Kresley Cole pag. 40-41

Anita Blake ha detto...

Non vedo l'ora di leggere Lothaire!!!!