sabato 5 aprile 2014

MI RICORDO UN LIBRO : BRICIOLE.STORIA DI UN'ANORESSIA DI ALESSANDRA ARACHI

Buon sabato lettori! Per la rubrica di oggi, dedicata alle vecchie letture che hanno lasciato il segno, ho scelto un romanzo autobiografico su un argomento tristemente attuale : l'anoressia.

Titolo: Briciole. Storia di un'anoressia
Autrice: Arachi Alessandra
Prezzo: € 6,50
Dati: 2002, 104 pagine
Editore. Feltrinelli  (collana Universale economica)


Trama: E' difficile credere all'anoressia mentale. Chi la osserva da fuori non concepisce che il cibo possa diventare un nemico così, all'improvviso, apparentemente senza motivi. Chi la vive non riesce più a capire come le persone possano mangiare senza problemi, senza l'ansia, senza l'angoscia. L'esistenza della protagonista di questo racconto parzialmente autobiografico si riduce un po' alla volta "in briciole". Si tiene in vita con pillole che anticipano l'alimentazione del futuro oppure alternando mangiate che la fanno star male a digiuni inflessibili. Ma sarà proprio una briciola di emozione, la riscoperta dei sentimenti, a ribaltarla e salvarle la vita.

Briciole è la storia di un'anoressia, nata dall'esperienza diretta dell'autrice. Una lettura forte nella sua semplicità, capace di sconvolgere e far riflettere su come privarsi del nutrimento possa diventare un modo per esternare un pesante disagio interiore.
Ho letto questo libro anni fa, ma nonostante lo stile semplice e privo di particolarità,  riesce ad emozionare e a trascinare il lettore all'interno della storia, fino a commuovere.
Attraverso l'esperienza della protagonista comprendiamo i lati oscuri di questa difficile malattia mentale che affligge milioni di ragazze in tutto il mondo e molto spesso viene sottovalutata.
Un libro breve e sintetico, da leggere in poche ore, ma che come altri romanzi del genere lascia il segno.
Lo consiglio soprattutto a coloro che vogliono un approccio "soft" con questo argomento e al contempo vogliono emozionarsi con una storia sensibile e malinconica.

5 commenti:

Elisa Cuccu ha detto...

bella recensione! :)
Sicuramente è un libro per far davvero capire ad alcune persone come "funziona" questa malattia, e sicuramente anche aprire un po' gli occhi, che alcuni non hanno idea di che si tratti :)

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Dev'essere sicuramente un libro molto intenso..

Comunque ero passata anche per dirti che ti ho sfidata in un gioco!
http://libridicristallo.blogspot.it/2014/04/sfida-colpi-di-poesia.html

floriana amoruso ha detto...

Ciao cara, bella recensione, ti lascio questo link, ti sfido!
http://labibliotecadellibraio.blogspot.it/2014/04/rubriche-sfida-di-poesia.html

Anita Blake ha detto...

Grazie elisa! È sicuramente un libro molto interessante :)

Anita Blake ha detto...

Quante belle sfide!!! Se stasera funziona la connessione mi divertirò :)