sabato 18 gennaio 2014

MI RICORDO UN LIBRO : LA BAMBINA CHE AMAVA TOM GORDON DI STEPHEN KING


Buon sabato lettori! Come potete vedere, dal bannerino qui sopra, alcuni elementi grafici del Mercatino sono cambiati.
Ho deciso di rinnovare un pò il blog, "modernizzando" i nomi di alcune rubriche e cambiando i banner.
Spero che le novità vi piacciano^^
Ora, passiamo al dunque. La rubrica del sabato "Romanzi usciti dal baule" è diventata "Mi ricordo un libro", un titolo decisamente più appropriato per descrivere l'argomento del post, dedicato ai romanzi più datati che ho letto.

IL ROMANZO DI OGGI E' : 

Titolo: La bambina che amava Tom Gordon
Autore: King Stephen
Prezzo: € 9,90 
Dati: 2008, 320 pagine
Editore: Sperling & Kupfer  (collana Super bestseller)



Trama : "Il mondo aveva i denti e in qualsiasi momento ti poteva morsicare". Questo Trisha McFarland scoprì a nove anni. Alle dieci di una mattina di giugno era sul sedile posteriore della Dodge Caravan di sua madre con addosso la sua maglietta blu dei Red Sox (quella che ha 36 Gordon sulla schiena) a giocare con Mona, la sua bambola. Alle dieci e mezzo era persa nel bosco. Alle undici cercava di non essere terrorizzata, cercava di non pensare: 'Questa è una cosa seria, questa è una cosa molto seria'. Cercava di non pensare che certe volte a perdersi nel bosco ci si poteva fare anche molto male. Certe volte si moriva.

Questo romanzo è il primo che ho letto di Stephen King.
All'epoca, ricordo di averlo preso in mano, in trepidazione e non senza un pizzico d'ansia.
Non sapevo cosa aspettarmi dal maestro dell'horror e questo mi terrorizzava ancor prima di cominciare.
In seguito scoprii che la bravura di King non sta nello spaventare il lettore con scene macabre ( ci sono anche quelle non temete), ma nel creare situazioni ansiose, così ricche di suspance da impaurire.
La trama è semplice e scorrevole. Trisha è una bambina di nove anni, tifosa dei Red Sox che si perde nel bosco, durante una gita fuori porta.
La sua avventura nella foresta è un crescendo di tensione e adrenalina, mano a mano che il tempo passa, la luce diminuisce e la temperatura si abbassa, il terrore della bimba cresce insieme a quello del lettore.
Fruscii sinistri, rumori strani e presenze inquietanti popolano la notte del bosco, in bilico tra incubo e realtà.
Saranno le allucinazioni di Trisha, al limite delle sue forze, oppure qualcosa di tremendo si cela fra gli alberi?
Un ottimo romanzo che consiglio a tutte coloro che non hanno mai letto nulla del Maestro e che per la prima volta vogliono assaporare il suo stile unico e inimitabile.

Buona lettura!
Anita


4 commenti:

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Il mio primo libro di King. Lo ho amato!

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Il mio primo libro di King. Lo ho amato!

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Il mio primo libro di King. Lo ho amato!

Anita Blake ha detto...

E' stato pure per me il primo ^^