sabato 6 giugno 2015

LA MIA OPINIONE SU...UN SEMPLICE GESTO DI TENEREZZA DI AKLI TADJER

Buonasera lettori! La recensioni di oggi è dedicata ad una particolare storia d'amore che coinvolge una ragazza timida e solitaria e un ragazzo diventato cieco dopo un incidente.

Titolo: Un semplice gesto di tenerezza

Autore: Tadjer Akli
Prezzo : € 14,90
Dati: 2015, 244 pagine
Editore: Garzanti Libri  (collana Narratori moderni)
Trama: Ci sono mattine in cui ci si sveglia felici. Bastano poche cose, come un raggio di sole che solletica gli occhi e una tazza di caffè fumante che aspetta in cucina. Queste sono le mattine in cui Adele Reverdy adora girare per Parigi tra i vicoli stretti pieni di botteghe e bistrot. Eppure sente che nella sua vita c'è qualcosa che le manca. O meglio qualcuno. Qualcuno con cui passeggiare lungo la Senna abbracciati. Qualcuno con cui condividere tanta bellezza. Per lei non è mai stato facile trovare un fidanzato. Un po' perché è timida e imbranata e un po' perché il suo è un lavoro piuttosto imbarazzante: lavora nell'agenzia di pompe funebri della sua famiglia. Ma alla festa del suo trentesimo compleanno, mentre il tramonto incendia Montmartre, inaspettatamente incontra il sorriso di Leo. E si sente come se una luce nuova le avesse finalmente trapassato il cuore. Leo è un ex artista di strada che a causa di un incidente ha perso la vista. Ed è per questo che ha una sensibilità speciale, che va oltre la superficie, dove si nascondono i sentimenti più profondi. Lui riesce a capirla come nessun altro. Ogni suo gesto, ogni sua carezza le raccontano qualcosa della sua anima e della tenerezza di un abbraccio. Con Leo, Adele si sente forte come non lo è mai stata. Tanto forte da lottare per tutto quello che ha conquistato.
La mia opinione : Adele è una ragazza insicura, non si sente bella  e il suo legame con il mondo non è facile.
Da sempre il suo essere introversa l'ha allontanata dagli altri, trincerandola in un guscio difficile da rompere.
Nonostante sia una ragazza brillante e intelligente, Adele non ha mai amato essere al centro dell'attenzione e l'insicurezza che la divora ha contribuito a peggiorare la situazione.
Senza contare, il lavoro che ha ereditato dai genitori e che fa scappare ogni possibile pretendente.
Adele infatti dirige un'agenzia di pompe funebri e la dimestichezza che ha con i morti spaventa coloro che tentano di avvicinarla e che purtroppo si fermano soltanto alle apparenze.
Anche per questo, Adele non si è mai innamorata, mai abbastanza da perdere la testa e mettersi gioco.
Nessun uomo ha mai attirato la sua attenzione al punto da concederle il lusso di lasciarsi andare, fino alla sera in cui incontra Leo.
L'uomo dei suoi sogni compare inaspettatamente durante la festa dei suoi trent'anni. A colpirla di lui non è soltanto l'aspetto fisico, il carattere o l'atteggiamento bensì il bastone bianco con cui si muove e gli occhiali che gli celano lo sguardo.
Leo è cieco, conseguenza di  un terribile incidente che ha distrutto i suoi sogni e il suo futuro.
Una disgrazia che lo ha cambiato profondamente , dandogli la capacità di comprendere le persone senza bisogno di vederle, ma sondando la loro anima.
Ed è proprio attraverso un massaggio che per la prima volta, le mani di Leo, accarezzano l'essenza di Adele, scoprendone i dettagli come nessun altro ha mai fatto.
Tra i due nasce subito un sentimento divorante, un bisogno viscerale di appartenersi nonostante i timori di Adele e le paure di Leo.
A peggiorare le ansie della protagonista non c'è solo la ricomparsa di Clara, una bellissima ex disposta a tutto pur di riconquistare Leo, ma una proposta molto costosa a cui non può fare a meno di pensare.
L'operazione, che consentirebbe a Leo di tornare a vedere. costa cinquantamila euro, una cifra che  potrebbe cambiare il loro destino.
Adele è divorata dal dubbio : E se una volta tornata la vista, Leo l'abbandonasse per ritornare con la splendida Clara?
Ma soprattutto, come racimolare una cifra tanto alta per tentare un'operazione disperata?
L'autrice ci racconta abilmente una storia d'amore originale e atipica, fatta di personaggi singolari e interessenti.
Nonostante le paure e le insicurezze, Adele mi è piaciuta molto. L'ho trovata vera e sincera, nonchè esilarante e divertente, anche se un pochino cinica nei confronti del suo lavoro.
Leo invece non mi ha colpito molto. L'ho trovato freddo e distaccato, quasi un estraneo rispetto ad Adele, con cui ho legato immediatamente.
Questo romanzo mi è piaciuto anche se mi aspettavo qualcosa di meglio.
Alcune reazioni e alcune scelte non mi hanno soddisfatto completamente e mi sarebbe piaciuto assistere a dei risvolti diversi.
Splendida l'atmosfera parigina e le magiche ambientazioni della città più romantica del mondo che la scrittrice ci fa assaporare pienamente.
La storia è coinvolgente, anche se leggermente velata di malinconia. Una buona dose di humor macabro rende la lettura meno pesante anche se a volte un pochino cinica.
Sostanzialmente, una lettura piacevole che mi ha colpito per la sua originalità anche se me l'aspettavo più profonda.

VALUTAZIONE FINALE : 3 FATINE  MEZZO!

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic E MEZZO!
Buona lettura
Anita

2 commenti:

Ika ha detto...

wow, deve essere bello *__* lo voglio leggere! Comunque ho taggato il blog qui: http://ikadreaming.blogspot.it/2015/06/boomstick-award-2015.html Spero sia un cosa carina^^

Ika ha detto...

wow, deve essere bello *__* lo voglio leggere! Comunque ho taggato il blog qui: http://ikadreaming.blogspot.it/2015/06/boomstick-award-2015.html Spero sia un cosa carina^^