martedì 3 maggio 2016

LA MIA OPINIONE SU : NUMBERS DI RACHEL WARD

Buonasera lettori! Oggi vi parlerò di un romanzo molto carino e originale che ho ricevuto in scambio qualche anno fa e che mi ha piacevolmente colpito.

Titolo: Numbers

Autore: Rachel Ward
Prezzo: € 16,00
Dati: 2010, 331 pagine
Editore: Piemme  (collana Freeway)
Trama: Fin da bambina Jem intravede una serie di otto numeri negli occhi delle persone. Anche in quelli di sua mamma: 10102002. Per anni non dà importanza alla cosa, pensa sia solo una fantasia infantile. Quando però sua madre muore il 10 ottobre 2002 Jem capisce: quei numeri corrispondono alla data di morte di chi le sta intorno. Da quel momento la sua vita cambia, non è più una ragazza come le altre, ora ha un terribile segreto. E isolarsi da tutti sembra l'unica soluzione per nasconderlo. Solo Spider, un ragazzo strano e pieno di vita, si rifiuta di abbandonarla e per lui Jem comincia a provare qualcosa di più che semplice amicizia. Un pomeriggio, mentre aspettano di fare un giro sulla ruota panoramica di Londra, Jem si rende conto che tutte le persone in fila "hanno gli stessi numeri", e che i numeri corrispondono proprio alla data di quel giorno. Ne è sicura: lì sta per accadere qualcosa di terribile. Prende la mano di Spider e insieme a lui scappa, proprio mentre una bomba esplode. Ora lei e Spider non possono far altro che nascondersi, perché la polizia pensa che i terroristi del London Eye siano loro...
La mia opinione: Numbers è un romanzo che ho conosciuto per caso, uno di quelli da cui non mi aspettavo molto, ma che in realtà si è rivelato una piacevole scoperta.
La protagonista è Jem un adolescente problematica che dalla morte della madre ha passato la vita tra un orfanatrofio e l’altro.
Il suo essere introversa e insicura non è solo frutto del suo terribile passato, ma di un’oscura capacità che le consente di conoscere la data di morte delle persone guardandole in faccia.
Una dote che la ragazza ha cercato di nascondere e di tenere a bada, limitandosi negli affetti e cercando di non legarsi a nessuno, proprio per paura di provare sulla sua pelle il peso del suo potere.
Tutto cambia quando conosce Spider, uno spilungone goffo e divertente che riesce ad abbattere le difese di Jem ed entrare nel suo cuore come un uragano di affetto e dolcezza.
Peccato però che gli restino soltanto pochi mesi di vita.
Jem cerca di prendere la notizia con coraggio fin quando lei e Spider non saranno testimoni di una catastrofe. La ruota panoramica del London Eye viene fatta esplodere sotto i loro occhi, causando centinaia di vittime.
 Jem non sa chi sia stato a farlo, ma non appena si accorge che le persone attorno a lei hanno tutte la stessa data di morte capisce che deve scappare.
Le telecamere di sicurezza però, li riprendono proprio nel momento della fuga ed entrambi diventano i primi sospettati di un attentato terroristico.
Troppo giovani e immaturi per affrontare la situazione, Spider e Jem rubano dei soldi e scappano.
Un viaggio on the road li conduce lontani da Londra dove vivono un’avventura straordinaria e pericolosa che li porta ad affrontare tantissimi ostacoli.
Il loro affetto, che giorno dopo giorno li unisce sempre di più, sarà la chiave per affrontare ogni disavventura anche se Jem sa che per Spider la fine è terribilmente vicina.
Un romanzo che unisce fantasia e realtà, mistero e azione in una storia fatta di sentimenti ed emozioni forti tra cui l’amore e l’amicizia.
Lo stile dell’autrice è dinamico e scorrevole, non lascia punti morti e incuriosisce costantemente il lettore in un escalation di situazioni adrenaliniche e avventurose.
I personaggi sono caratterizzati molto bene sia nei pregi che nei difetti e catturano facilmente l’affetto del lettore legandolo indissolubilmente alle loro vicessitudini.
Anche se il finale osa un po’ troppo, sfociando in una situazione un po’ troppo sopra le righe, mi è piaciuto e mi ha lasciato con un dolcissimo pizzico di amarezza.
In sostanza un bel romanzo adatto a coloro che amano l’azione e l’avventura senza tralasciare il lato umano della storia.

VALUTAZIONE FINALE: 3 FATINE E MEZZO!

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic E MEZZO!

Buona lettura

Anita

4 commenti:

Rowan ha detto...

Anche a me era piaciuto abbastanza, se non altro la trama è originale :) peccato che i seguiti non siano stati tradotti, uff!

Anita Blake ha detto...

Ciao Rowan! Non sapevo nemmeno che ci fossero dei seguiti...Un vero peccato però che non siano tradotti :(

Xadis5 ha detto...

ciao, bell'analisi.

a me questo libro, al contrario di te, non mi ha preso più di tanto!
sì, carina ed originale la storia (motivo per il quale lo avevo comprato) ma non mi ha preso più di tanto e, da quel che ricordo, non era nemmeno scritto benissimo.

beh.. ho detto la mia!

Anita Blake ha detto...

Ogni opinione è ben accetta e hai fatto bene a condividerla. A me ha lascato delle belle sensazioni anche se non è tra le mie letture preferite.