lunedì 23 gennaio 2017

RECENSIONE IN PILLOLE: LA MIA OPINIONE SU “LE OMBRE. LA CONFRATERNITA DEL PUGNALE NERO” DI J.R WARD E “L’ORDINE DELLA CROCE. BLACK FRIARS” DI VIRGINIA DE WINTER

Buonasera lettori! Oggi ho deciso di pubblicare contemporaneamente una coppia di recensioni dedicate rispettivamente all’ultimo capitolo di due saghe fantasy particolarmente belle ed emozionanti.
La prima riguarda il dodicesimo volume della Confraternita del Pugnale Nero mentre la seconda appartiene al quarto capitolo della serie Black Friars.

Titolo: Le ombre. La confraternita del pugnale nero
Autore : Ward J. R.
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Trama: Venduto dai genitori alla Regina della s'Hisbe da bambino, Trez si è sottratto a una sorte da schiavo lasciando il Territorio e ha vissuto per anni rifugiandosi nei bassifondi di Caldwell. Non ha mai avuto nessuno su cui poter contare, a parte suo fratello iAm, che ha giurato di salvarlo dall'autodistruzione. Solo quando l'Eletta Selena entra nella sua vita, Trez comincia a cambiare e iAm capisce di avere fallito. Ma è troppo tardi per i cambiamenti: la promessa di unirsi alla figlia della Regina è stata fatta e non c'è modo di sottrarsi all'obbligo di sposarla. Intrappolato fra i desideri del proprio cuore e un destino che non ha mai scelto, Trez dovrà decidere se mettere in pericolo se stesso e i suoi compagni oppure lasciare per sempre la donna che ama. Il destino, però, ha in serbo nuove e gravose prove: una tragedia inimmaginabile si abbatte su Trez, cambiando la sua vita una volta per tutte e costringendo iAm a un'estrema prova di amore fraterno, che consentirà a entrambi di far conoscere la forza del loro legame.

La mia opinione: Questo dodicesimo libro è incentrato sulle Ombre, due fratelli vampiri appartenenti ad una razza particolare, in grado di tramutarsi in fumo.

Trez e iAm sono personaggi interessanti, entrati tardi nella serie, che hanno acquistato un’evidenza particolare solo negli ultimi volumi.
Entrambi, belli e dannati , sono due figure completamente diverse, ma uniti da un legame forte e indissolubile. Trez è più introverso ed emotivo mentre iAm è decisamente più silenzioso e razionale. Il primo è condannato a sposare la Principessa del loro Popolo nonostante sia innamorato perdutamente di Selena, una splendida Eletta colpita da un malattia senza scampo, mentre il secondo si lega casualmente ad una sconosciuta che nasconde un segreto molto pericoloso.
Insomma nemmeno in questo volume la Ward ha lesinato sui colpi di scena e sulle svolte improvvise che contraddistinguono questa saga.
Nonostante nel complesso mi piaccia molto, ultimamente ho notato che la Ward preferisce finali forzatamente positivi che mi lasciano un po’ insoddisfatta piuttosto che una conclusione vera anche se negativa.
La stessa cosa è successa ai personaggi. I guerrieri forti e selvaggi si sono ammorbiditi diventando più inclini al pianto e alla debolezza, una cosa che non sempre mi piace.
Questi sono i cambiamenti che mi hanno lasciato un po’ insoddisfatta anche se La Confraternita del pugnale nero resta una serie emozionante, carica di azione, mistero, romanticismo e colpi di scena.
I personaggi sono sempre moltissimi e se ne aggiungono sempre di nuovi arricchendo un corollario già pieno e complesso.
Lo stile fluido della Ward favorisce un rapido andamento della lettura così come le descrizioni, accurate e precise, che  rendono l’intera storia assolutamente vivida e reale.
In conclusione, una serie che leggo sempre con molto piacere e che consiglio.
VALUTAZIONE FINALE: 3 FATINE E MEZZO!
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic E MEZZO!


Titolo: L' ordine della croce. Black Friars
Autore : De Winter Virginia
Editore: Fazi
Trama: La Vecchia Capitale non ha pace. Scossa dai tumulti del Presidio, avvelenata dai malefici di Belladore de Lanchale, l'antica città dovrà ora affrontare un nemico senza eguali. L'ultima erede della dinastia Blackmore, garante della tregua con le creature del Presidio, è stata ritrovata, ma le malvagie entità accetteranno che sia proprio la giovane Sophia a custodire un armistizio suggellato dalla sua antenata migliaia di anni prima? Le forze del male hanno destato dal suo riposo l'Ordine della Croce e i cavalieri sono pronti a imbracciare le mitologiche spade per difendere il genere umano dalla minaccia delle nebbie demoniache. Intanto, ancora ignara del pericolo, Eloise Weiss è alle prese con il misterioso ritrovamento dello scheletro di uno studente dell' Università. Questa volta i suoi poteri di Evocatrice sono vani, ma grazie alle sole conoscenze mediche giunge a una verità inquietante: le ossa rinvenute sono le chiavi di uno scrigno che sigilla i segreti più oscuri della Vecchia Capitale, segreti di personaggi potenti disposti a tutto perché non siano svelati. Eppure, come in un labirinto di delitti e apparizioni dal passato, ogni filo di questa storia passionale e avvincente sembra destinato a ricongiungersi.

La mia opinione: Amo alla follia questa serie e non ringrazierò mai abbastanza la mia lettrice interiore che non mi ha fatto fermare al primo volume.

Nonostante la complessità della trama, il gran numero dei personaggi, lo stile ricercato e il gran numero di pagine questa serie si legge in un soffio.
Adoro ogni personaggio, descritto in maniera abile e accurata senza tralasciare nessun aspetto caratteriale, amo l’ambientazione gotica e affascinante che nasconde meraviglie dietro ogni angolo e non posso che stravedere per le grandi emozioni che riesce a suscitarmi.
Leggendo questa serie riesco sempre ad immedesimarmi perfettamente nella vicenda e di conseguenza riesco a vivere a pieno ogni sensazione trasmessa dai protagonisti.
Quest’ultimo capitolo conclude un’avventura straordinaria dove l’amore è il piedistallo che sorregge l’intera struttura anche se non è l’unico valore importante.
Lo stile della De Winter è quasi magico. Le descrizioni sono impeccabili, le parole scorrono come poesia e alcune scene sono indimenticabili.
Un vero gioiello della narrativa fantasy, originale, intenso e realistico. Da non perdere!
VALUTAZIONE FINALE: 5 FATINE
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura

Anita

2 commenti:

CHIARA ROPOLO ha detto...

la penso esattamente come te per entrambi!!!!

Anita Blake ha detto...

Io e te ci troviamo spesso d'accordo, mi fa molto piacere ^^