mercoledì 3 maggio 2017

LA MIA OPINIONE SU: WOLF. LA RAGAZZA CHE SFIDO’ IL DESTINO DI RYAN GRAUDIN

Buonasera lettori! Eccomi qua con una recensione molto sentita dedicata ad un libro che mi è piaciuto tanto e che ho letto tutto d’ un fiato. Una storia che unisce la devastante realtà storica dell’Olocausto ad un futuro distopico in cui una giovane donna mette a repentaglio la sua vita pur di migliorare il mondo.

Titolo: La ragazza che sfidò il destino. Wolf
Autore: Ryan Graudin
Editore: De Agostini
Pagine: 400 pagine
Prezzo: € 14,90
Trama: È il 1956 e l'alleanza tra le armate naziste del Terzo Reich e l'impero giapponese governa gran parte del mondo. Ogni anno, per celebrare la Grande Vittoria, le forze al potere organizzano il Tour dell'Asse, una spericolata e avvincente corsa motociclistica che attraversa i continenti collegando le due capitali, Germania e Tokyo. Il premio in palio? Un incontro con il supersorvegliato Führer, al Ballo del Vincitore. Yael, una ragazza sopravvissuta al campo di concentramento, ha visto troppa sofferenza per rimanere ancora ferma a guardare, e i cinque lupi tatuati sulla sua pelle le ricordano ogni giorno le persone che ha amato e che le sono state strappate via. Ora la Resistenza le ha dato un'occasione unica: vincere la gara, avvicinare Hitler ... e ucciderlo davanti a milioni di spettatori. Una missione apparentemente impossibile che solo Yael può portare a termine. Perché, grazie ai crudeli esperimenti a cui è stata sottoposta, è in grado di assumere le sembianze di chiunque voglia. Anche quelle di Adele Wolfe, la Vincitrice dell'anno precedente. Le cose però si complicano quando alla gara si uniscono Felix, il sospettoso gemello di Adele, e Luka, un avversario dal fascino irresistibile...
La mia opinione: Immaginate una realtà parallela in cui Hitler ha vinto la Seconda Guerra Mondiale, è diventato padrone di mezzo Mondo, ha distrutto qualsiasi diversità e avrete il 1956 immaginato da quest’autrice.
Una realtà ostile, ottusa e disperata in cui si muove Yael, una ragazza ebrea, scampata ai campi di sterminio per finire nella Resistenza, l’unica forza armata che in segreto combatte  la dittatura.
Yael , nonostante la giovane età, è una protagonista forte e determinata disposta a tutto pur di vendicare le persone che ha perso durante la guerra, ma soprattutto per farla pagare a chi le ha sottratto la sua identità.
Era solo una bambina quando l’Angelo della Morte l’ha scelta come cavia per i suoi esperimenti. Un test clinico che l’ha cambiata completamente dandole il potere di mutare aspetto e cambiare identità.
Ora, quella forza che doveva essere un’arma del nazismo, viene utilizzata nella Resistenza e sarà il punto cardine dell’operazione mirata ad assassinare Hitler durante un evento pubblico di portata mondiale.
Yael dovrà prendere il posto di Adele Wolf e gareggiare al suo posto nel tour dell’Asse, una gara motociclistica da Occidente ad Oriente che collega le due grandi potenze mondiali: il Reich e l’impero giapponese.
Da vincitrice potrà ballare con Hitler in persona, al grande ballo che si terrà a fine gara, e ucciderlo davanti al mondo intero scatenando tutte le unità nascoste della Resistenza.
A Yael spetta un compito quasi impossibile. Impossessarsi dell’identità di un’altra persona, vincere il difficilissimo Tour, dove concorrenti agguerriti sono disposti a tutto pur di vincere e distruggere l’uomo che ha rovinato la vita di milioni di persone.
La ragazza ha aspettato per tutta la vita la possibilità di vendicarsi, ma nonostante la sua determinazione, durante il Tour, accadranno innumerevoli imprevisti che la porteranno a rivedere il suo compito. Uno di questi è Lukas, un uomo affascinante e misterioso che sembra avere un passato segreto insieme alla vera Adele Wolf…
Una lettura avvincente e affascinante che mi ha colpito moltissimo. Lo scenario immaginato dall’autrice è particolare e assolutamente fuori dagli schemi. Ho apprezzato moltissimo questa visione ipotetica, ma estremamente vivida e realistica di una realtà storica tristemente famosa nella storia dell’umanità. 
Un altro particolare che mi ha colpito molto e la divisione in due parti della narrazione: la Yael del passato che ci racconta il campo di sterminio e quella presente che lotta per la libertà.
Colpi di scena, misteri e sorprese di ogni tipo costellano la vicenda culminando in un finale davvero esplosivo e imprevedibile.
Persino la storia d’amore, anche se non è il perno della vicenda, è coinvolgente ed emozionante. Lukas trasuda un fascino e un magnetismo davvero irresistibili!
In conclusione, un romanzo completo ed emozionante che mi ha profondamente conquistato.

VALUTAZIONE FINALE: 4 FATINE
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
Buona lettura

Anita

2 commenti:

CHIARA ROPOLO ha detto...

ho amato alla follia questo libro, tantissimo

Anita Blake ha detto...

Concordo, veramente ben scritto ed emozionante.