lunedì 1 luglio 2013

OGNI LIBRO HA LE SUE CITAZIONI : LE FRASI PIU' BELLE DEL BACIO DELL'ANGELO CADUTO DI BECCA FITZPATRICK






Per la rubrica di questa settimana, dedicata alle migliori frasi dei libri letti, ho scelto di postarvene alcune, tratte dal romanzo IL BACIO DELL'ANGELO CADUTO di BECCA FITZPATRICK.



Trama :Nora è una liceale introversa che non ha ancora messo l'amore in cima alla lista delle cose da fare. Almeno finché non incontra Patch. Lui ha un sorriso irresistibile e un inspiegabile talento per indovinare sempre quello che le passa per la testa. E per quanto si sforzi di negarlo, lei sente che l'attrazione per il compagno di scuola è destinata a crescere. Fino a che punto? Nora non sa in che storia si è cacciata. Non può nemmeno immaginare d'essersi innamorata, ricambiata, di un angelo caduto. Scoprirà presto, però, che per riottenere la sua vera natura, il suo ragazzo deve prenderle la vita. Oppure combattere contro un avversario persino più potente di lui. L'amore può davvero vincere tutto? O farti perdere tutto?


Quando ero piccola, il figlioccio di Dorothea, Lionel, aveva rotto un bicchiere. Tutti i pezzetti di vetro erano stati raccolti, tranne uno, e lui mi aveva sfidato a leccarlo. Innamorarsi di Patch era un pò come leccare quella scheggia di vetro. Sapevo che era stupido, sapevo che mi sarei tagliata. Dopo tutti quegli anni, una sola cosa non era cambiata : ero ancora attratta dal pericolo.



Lui era sbagliato, sbagliato nell'accezione peggiore del termine. Era così sbagliato da sembrare giusto e questo mi mandava completamente fuori di testa.



- Stai dicendo che hai rinunciato ad avere un corpo per me ?

Lui mi sollevò la mano fasciata. Sotto la garza, le nocche pulsavano per il dolore. Patch baciò ogni dito, con calma, senza staccare gli occhi da me. - A cosa mi serve un corpo, se non posso avere te?

Nessun commento: