martedì 29 luglio 2014

TEASER TUESDAYS #38: UN OSCURO SEGRETO DI KALAYNA PRICE

Buonasera lettori! L'estratto di oggi appartiene ad un romanzo urban fantasy che da tempo avevo in libreria.
La protagonista è una nuova investigatrice del paranormale:  Alex Craft, una strega invischiata in uno scottante caso di evocazioni spiritiche. 
Per chi non lo sapesse il Teaser Tuesday è una rubrica ideata dal blog Should be Reading, che consiste nel far sapere agli altri cosa si sta leggendo.

Vi ricordo le regoline se volete partecipare :

Basta prendere il libro che si sta leggendo, aprirlo ad una pagina a caso e trascrivere un breve spezzone (senza fare spoiler) del romanzo.
Aggiungete titolo e autore, in modo da far sapere agli altri di cosa si tratta.

Il romanzo di oggi è :

UN OSCURO SEGRETO DI KALAYNA PRICE


"Che diamine!" John si voltò per agguantarla. Fu uno sforzo vano. La mano le passò attraverso il polso.
Fece un altro affondo e arretrai incespicando. Non è affatto normale. Interruppi il flusso di magia che stava dando forma allo spirito, e lei strabuzzò gli occhi.
Un vento gelido mi stravolse in senso inverso, ma non scomparve.
La respinsi con tutta l'energia che avevo in corpo. Il grido di Bethany aumentò di volume, poi si smorzò con un'ultima nota persistente mentre lo spirito spariva. Il silenzio improvviso mi risuonò nelle orecchie.

PAGINA 31

4 commenti:

CHIARA ROPOLO ha detto...

ciao, questo libro a me era piaciuto molto, speravo continuassero con la pubblicazione, Morte è affascinante

Annalisa Lupo ha detto...

Non mi ricordo di cosa parla questo libro, però il tuo teaser mi ispira molto!!! Aspetterò la tua recensione ^-^

AMLETO: Ah, se questa troppo solida carne potesse sciogliersi, svaporare e tramutarsi in rugiada, o se l'Eterno non avesse fissato il suo castigo contro l'uccisione di se medesimi! O Dio, o Dio! quanto stanche, stantie, banali e senza alcun costrutto m'appaiono, ora, le costumanze di questo mondo! Ah, come mi muovono a schifo! E' solo un giardino non sarchiato che va in seme; e piante putrefatte e volgari tutte lo posseggono. Che si giungesse a tanto! Morto appena da due mesi! Ma no, neppure due. E un re tanto buono, che, paragonato a questo, era come Iperione paragonato a un satiro. E così affettuoso con mia madre che non avrebbe consentito ai venti del cielo di lambire il suo volto in modo troppo sgarbato. Cielo e terra! Debbo io richiamarlo alla memoria? Ella pendeva da lui proprio come se l'appetito si fosse accresciuto a causa di ciò medesimo di cui si pasceva. E nondimeno, dopo appena un mese! Ch'io possa non pensarci. Fragilità, il tuo nome è donna!...
Tratto da AMLETO di William Shakespeare Atto Primo, scena II

Anita Blake ha detto...

Stai leggendo un libro impegnativo, complimenti!

Anita Blake ha detto...

Chiara, Morte ha colpito anche me (poi vedrai nella recensione) peccato che la pubblicazione sia ferma! :(