domenica 18 gennaio 2015

LA LISTA DEI DESIDERI : FIABE IMMORTALI DI PAOLO BARBIERI

Buonasera lettori! Nella lista dei desideri di questa domenica ho aggiunto un libro che ho visto di recente in libreria.
Paolo Barbieri è un grandissimo illustratore di romanzi fantasy, i suoi disegni sono stupendi, profondi, intriganti e suggestivi, senza contare il sottile velo d'inquietudine che trasmettono.
Famoso per aver illustrato tutti i romanzi di Licia Troisi, altro talento italiano della narrativa fantastica, mi ha sempre affascinato per i suoi lavori, gotici e di grande impatto.
Per questo motivo ho aggiunto alla mia lista il suo ultimo romanzo illustrato, dove ci racconta alcune fiabe molto famose, attraverso la sua versione del mondo, assolutamente particolare.

Titolo: Fiabe immortali

Autore: Barbieri Paolo
Prezzo: € 22,00
Dati: 2014, 104 pagine
Editore: Mondadori  (collana Chrysalide)
Trama: C'era una volta, in un paese lontano... È l'incipit che accomuna i testi più celebri della tradizione fiabistica, storie immortali che da sempre nutrono la fantasia di lettori di ogni età. Paolo Barbieri reinterpreta le favole e le fiabe più belle, attingendo alle versioni integrali dei testi. Tratti ardenti, atmosfere cupe, vibranti pennellate di luce e suggestioni grafiche di rara potenza ci restituiscono il cuore segreto di queste storie, ed esaltano l'essenza più vera e drammatica dei personaggi. Raperonzolo avvolta nella sfolgorante bellezza dei suoi capelli, Biancaneve, così luminosa che i neri artigli della matrigna la possono appena sfiorare, i sette nani dai volti fieri e rugosi, l'eterea Cenerentola abbracciata al più tenebroso e seducente dei principi. E poi destrieri magici, draghi alati, ambigue sirene e streghe crudeli. Creature fantastiche, ma tutte talmente reali che il loro sguardo diretto e penetrante costringe il lettore a provare emozioni pure e ancestrali. Introduzione di Herbie Brennan.

2 commenti:

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Questo libro sta attirando un pò tutti!! Secondo me l'unico difetto è il formato un pò ingombrante ahah

Anita Blake ha detto...

È vero! È abbastanza ingombrante :-)