giovedì 17 settembre 2015

NASCE LA NUOVA COLLANA ELECTAYOUNG DEDICATA AI RAGAZZI DAI 13 AI 19 ANNI.

Buonasera lettori! Eccomi qua con un comunicato molto importante per tutti coloro che amano  gli young adult!
Mondadori Electa forte del successo e del prestigio acquisiti con il marchio ElectaKids lancia il marchio ElectaYoung  una collana dedicata ai ragazzi dai 13 ai 19 anni. 
I temi trattati sono quelli cari agli adolescenti: le passioni, l’amore, le relazioni familiari e sociali in genere, l’interazione con i propri coetanei, la scoperta delle proprie inclinazioni e così via. 
Nessun limite di genere, la collana cercherà infatti di esplorare ogni formula: dal fantasy al paranormal romance thriller, dal diario intimo al racconto d’avventura, alla storia romantica. 
ElectaYoung esordisce nel 2015 con quattro titoli, in uscita il 22 settembre: Drow di Simon Rowd, primo libro di una trilogia fantasy; Un giorno ci incontriamo di Paola Zannoner, racconto ambientato nell’era dei social network; Scomparso di Ferdinando Albertazzi, un noir sul rapporto genitori-figli; Un salto grande un sogno di Valentina Camerini, una storia di passione e agonismo nell’ambito della ginnastica ritmica.  

DAL 22 SETTEMBRE 2015

Drow è il primo libro di una trilogia che mira a fondere in sé due generi letterari, il paranormal romance e il thriller, mischiando i toni dark e romantici del primo con l’azione e la suspense del secondo. Protagonisti, per la prima volta in un fantasy contemporaneo, gli elfi oscuri. 

Titolo: Drow

Autore: Simon Rowd   
Editore: Mondadori Electa
Pagine: 406
Prezzo: 12,90
Trama: Eric Arden, studente universitario, vive inconsapevole dell’origine dei suoi poteri: vede perfettamente al buio e ha capacità superiori a qualunque essere umano. Nasconde le sue straordinarie abilità per non sentirsi diverso, ma è tormentato da un istinto aggressivo che non riesce a dominare. Un istinto legato in qualche modo all’incubo che tormenta le sue notti: una visione oscura da un passato ignoto, parte del segreto che da sempre porta dentro di sé. È l’istinto dei drow, gli elfi oscuri, razza cui non sa di appartenere, rinnegati e perseguitati dagli elfi, che hanno perso nei secoli i tratti fisici che li contraddistinguono e popolano la terra confondendosi tra gli umani.  
La sua vita cambia per sempre il giorno in cui, in università, incontra Sophie e Jimmy, due ragazzi legati da una profonda amicizia. L’attrazione tra Eric e Sophie è immediata e cresce di giorno in giorno, spingendo Eric ad aprirsi fino a un passo dal rivelarle i suoi inspiegabili poteri: una passione travolgente che nemmeno una guerra invisibile tra razze secolari riuscirà ad arrestare. 

Davanti a Eric si schiuderanno le porte di un mondo sconosciuto. Un mondo cui scopre, suo malgrado, di appartenere e che lo trascinerà, in un crescendo di suspense e adrenalina, di fronte ad una scelta destinata a cambiare per sempre la sua vita: accettare la sua vera natura o combatterla per la ragazza che ama. 
Capita che gli adulti non colgano i segnali del disagio dei ragazzi, neppure se questi li lanciano proprio per vedere “l’effetto che fa”. Ѐ ciò che succede con Bobo, sedici anni, estroso e brillante con i compagni, ma afflitto dalle inadempienze dei genitori, una madre egocentrica e un padre assente.  Così le pressanti domande che gli frullano per la testa non trovano risposte e il ragazzo vive una lacerante crisi di identità.

Titolo: Scomparso
Autore: Ferdinando Albertazzi 
Pagine: 132
Prezzo: 14,90 euro

Trama: Quando Bobo scompare, a casa e a scuola si scatena il panico. La mamma Ivana corre al commissariato per denunciarne la scomparsa, ma si rende conto che non ha indizi: non riesce nemmeno a ipotizzare dove potrebbe essere suo figlio, a descrivere i suoi interessi, le sue passioni, i suoi bisogni. Insomma, non lo conosce.Sotto la lente del commissario Zanella, incaricato delle indagini, finisce subito Diego, il suo migliore amico: sorpreso e angosciato come gli altri, oppure capace di nascondere la verità? Molte domande rimangono senza risposta per il commissario, che raccoglie indizi anche a scuola, tra i professori, finendo però sulla pista sbagliata. 

Un noir dall'esito spiazzante, come lo sono spesso i turbamenti degli adolescenti. E un libro che solleva domande cruciali sulle odierne relazioni tra genitori e figli. 
Titolo: Un giorno ci incontriamo
Autrice: Paola Zannoner 
Pagine :156
Prezzo: euro 14,90
Trama: Sara frequenta la scuola alberghiera, vive in un piccolo centro ed è una frequentatrice dei social network, grazie ai quali sperimenta ciò che non riesce a vivere nella sua piccola realtà: incontri, confronti su libri e film, conoscenza di nuove tendenze, oltre che amicizie allargate e persino l'amore. Come molti suoi coetanei, affida alla rete le sue considerazioni, i sentimenti, i desideri ed è qui che incontra Ivan, un ragazzo della sua età che come lei frequenta una fanpage su una saga letteraria. A differenza di Sara, Ivan vive in una grande città, dove dovrebbero esserci maggiori opportunità di incontri e di scambi tra le persone, ma trasferisce sulla rete la sua insicurezza relazionale.  Nonostante le webcam e skype diano agli amici una parvenza di realtà, “un giorno ci incontriamo” è il leitmotiv dei rapporti a distanza, che Sara e Ivan faticano a concretizzare. «Ci parliamo sempre, ormai ci conosciamo benissimo, e siamo innamorati!», racconta entusiasta ai genitori esterrefatti. L’amore rimane a lungo virtuale, finché un giorno qualcosa cambia.  
Una romantica storia d’amore tra adolescenti, che rivela però anche i lati oscuri dei social, come i finti profili personali o il timore degli adescamenti, invitando giovani e adulti a una riflessione sul modo corretto per interagire virtualmente. 
Il racconto di Paola Zannoner, autrice consolidata ed esperta di tematiche adolescenziali, tocca un tema che oggi coinvolge molti ragazzi e preoccupa altrettanti genitori, quello di un progressivo allontanamento dai rapporti reali da parte di coloro che affidano alla rete le speranze, i sogni, ma anche le proprie incertezze, e le difficoltà nelle relazioni reali. 
“Afferro la sacca e mi cambio velocemente sotto le luci al neon dello spogliatoio vuoto: body verde acqua a maniche lunghe, scaldamuscoli. Prendo il mio nastro, rosso fuoco. Lo stringo forte. Sono pronta. O, almeno, è quello che mi ripeto.” 

Titolo:Un salto grande un sogno

Autrice: Valentina Camerini
Pagine: 116
Prezzo: euro 14,90
Trama: Alice ha 15 anni e una passione, la ginnastica ritmica. Una mattina squilla il telefono e si avvera il suo sogno più grande: l’allenatore della Star Unit, l’associazione delle atlete migliori, la vuole in squadra per partecipare al Gran Torneo di Parigi. La sceglie dopo averla osservata bene negli ottimi risultati delle ultime gare, e l’infortunio dell’atleta di punta Nadia, costretta al ritiro, rende libero un posto proprio per lei. 
Inizia così un’avventura agonistica carica di entusiasmanti prospettive. Alice si trasferisce con le sue compagne nell’appartamento della Federazione, e tutti i giorni dopo scuola va in palestra ad allenarsi. La strada è tutta in salita, ma Alice ha tanta grinta.  
Ben presto però il sogno si scontra con la realtà. Competitività, rivalità e invidie tra le compagne frenano lo slancio di Alice, che vede vacillare e sue certezze, anche per il rancore che manifesta nei suoi confronti Martina, migliore amica di Nadia, che proprio non riesce a sopportare il fatto che qualcuno abbia preso il suo posto. 
Poi Alice in allenamento conosce il compagno di squadra Mattia, del quale si innamora, che la mette subito a suo agio dandole importanti consigli e aiutandola ad arrivare alla gara nel migliore dei modi. Al suo fianco Alice riesce ad affrontare con un altro spirito le sfide agonistiche e le avventure della trasferta a Parigi.  


2 commenti:

CHIARA ROPOLO ha detto...

può essere che Drow sia già uscito in versione self? Mi sembra sia lo stesso autore di quello che avevo letto e mi era piaciuto molto. E leggerei volentieri i seguiti

Anita Blake ha detto...

Hai ragione! Il comunicato stampa diceva che Drow è nato com self.