mercoledì 3 febbraio 2016

RECENSIONI IN PILLOLE : LA MIA OPINIONE SU “REBEL. IL DESERTO IN FIAMME” DI ALWYN HAMILTON E “L’OMBRA DEL VENTO” DI CARLOS RUIZ ZAFON

Buonasera lettori! Le recensioni in pillole vanno molto di moda sul Mercatino in questo periodo. Fortunatamente sto leggendo molto e per riuscire a restare in pari con le recensioni sono costretta a condensarle.
I due libri di cui vi parlerò oggi mi sono piaciuti tantissimo e sono accomunati da una valutazione elevata anche se, come genere, sono molto diversi.

Titolo: Rebel. Il deserto in fiamme

Autore: Hamilton Alwyn
Editore: Giunti Editore  (collana Waves)
Trama: Amani non ha mai avuto dubbi: è sempre stata sicura che prima o poi avrebbe trovato una via di fuga dal deserto spietato e selvaggio in cui è nata. Andarsene è sempre stato nei suoi piani. Quello che invece non si aspettava era di dover fuggire per salvarsi la vita, in compagnia di un ricercato per alto tradimento. Tiratrice infallibile, per guadagnare i soldi necessari a realizzare il suo sogno Amani partecipa infatti a una gara di tiro travestendosi da uomo. Tra gli avversari, il più temibile è Jin, uno straniero sfrontato, misterioso e affascinante. Troppo tardi Amani scoprirà che Jin è un personaggio chiave nella lotta senza quartiere tra il sultano di Miraji e il figlio in esilio, il principe Ribelle. Presto i due si troveranno a scappare attraverso un deserto durissimo e meraviglioso, popolato di personaggi e creature stupefacenti: come i bellissimi e pericolosi Buraqi, fatti di sabbia e vento ma destinati a trasformarsi in magnifci destrieri per chi abbia l'ardire di domarli; i giganteschi rapaci Roc; indomite donne guerriere dalla pelle color oro e sacerdoti capaci di leggere i ricordi altrui nell'acqua... Quando Amani e Jin si troveranno di fronte alle rovine di una città annientata da un fuoco di calore innaturale capiranno che la posta in gioco è più alta di quanto pensassero. Amani dovrà decidere se unirsi alla rivoluzione e capire se davvero quello che vuole è lasciarsi alle spalle il suo deserto.

La mia opinione: Amani è una ragazza, coraggiosa, ribelle e determinata che incarna perfettamente la mia protagonista ideale. La sua vita non è stata per nulla facile. La madre è stata assassinata per essersi ribellata ad un uomo che la maltrattava e lei è destinata alla stessa fine se non accetta di sposare il vecchio zio.
Amani non accetta passivamente la legge del deserto e la combatte tentando la fuga grazie alla sua straordinaria abilità con la pistola.
La sua determinazione la porterà lontano, in un’avventura straordinaria che metterà alla prova la sua forza e il suo carattere.
L’ambientazione di questo romanzo mi ha affascinato completamente. Un deserto meraviglioso e pericoloso quanto suggestivo e ammaliante, abitato da creature spaventose, affascinanti esseri magici e letali  guerrieri che non possono fare a meno di conquistare il lettore.
A questa storia oltre all’azione, al mistero e ad una curatissima parte fantasy non manca una buona dose di romanticismo.
Nel suo viaggio Amani sarà accompagnata da Jin, un misterioso ragazzo dal cuore d’oro e uno sguardo magnetico che ho apprezzato immediatamente.
Ottimi personaggi, splendide descrizioni,  trama originale e uno stile fluido e scorrevole rendono questo primo capitolo entusiasmante e coinvolgente. Assolutamente da leggere!
VALUTAZIONE FINALE: 4 FATINE
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
Titolo: L' ombra del vento
Autore: Ruiz Zafón Carlos
Editore: Mondadori  (collana Oscar bestsellers)
Trama: Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.

La mia opinione: Non avevo mai letto nulla di quest'autore, ma seguendo i consigli appassionati di un'amica ho deciso di provare e non me ne sono pentita. La storia è molto complessa e unisce le vite di svariati personaggi accomunate da un unico fattore: il libro L’ombra del Vento di Julian Carax.
Il piccolo Daniel entra in possesso del romanzo del tutto casualmente, ma dopo averlo letto la sua vita cambierà per sempre.
Daniel si immerge nella lunga  ricerca dell’autore che sembra essere scomparso senza lasciare traccia dando vita ad una caccia all’uomo che lo condurrà nella vita di personaggi particolari e complessi che hanno un misterioso passato in comune.
Tutto ciò genera una storia appassionante e carica di mistero, in bilico tra fantasia e realtà, ambientata nella suggestiva Barcellona del dopo Guerra.
Un romanzo speciale che trovo molto difficile da descrivere che mi ha emozionato e coinvolto tantissimo tanto da farmi perdere la cognizione del tempo.
Sicuramente è il libro perfetto se avete bisogno di una lettura originale, intensa e indimenticabile.
VALUTAZIONE FINALE: 4 FATINE
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
Buona lettura
Anita

6 commenti:

sery ha detto...

Salve Anita,
forse sarò anche l'unica ad essere rimasta delusa da Rebel, però devo dirlo.
Come fantasy mi aspettavo mooolto di più. A mio modesto avviso la parte fantasy è affrettata e confusa. Non ho particolarmente apprezzato tutte quelle storie sui miti e il finale mi ha lasciato con un grosso punto interrogativo.
sullo stile dell'autrice nulla da obiettare ma non basta a sopperire alle carenze della trama anche sul lato romantico.
descrizioni belle che hanno comunque a tema il deserto si trovano anche nel dominio del fuoco, libro che anche se diverso soddisfa pienamente. Oserei dire che non c'è paragone! :)

CHIARA ROPOLO ha detto...

Rebel mi ispira tantissimo, non vedo l'ora di leggerlo.
Invece L'ombra del vento io l'ho odiato profondamente. Ci ho messo tantissimo a finirlo ed è stata una delusione enorme. Però credo di essere l'unica

Anita Blake ha detto...

@Sery : Figurati Sery, in questo blog puoi esprime liberamente la tua opinione senza problemi ^^
Dunque, come hai potuto leggere, a me è piaciuto molto. Non riesco a trovare qualcosa che non mi sia piaciuto di Rebel. Ad affascinarmi sono state proprio quei miti e quelle leggende di cui il romanzo è costellato...mi hanno fatto volare con la fantasia ^^

Anita Blake ha detto...

@Chiara : Che peccato! Io l'ho adorato. Sicuramente è un libro molto molto particolare e posso capire che non si adatta ai gusti di ogni lettore.

Vero Ale ha detto...

Ciao, ma che bella recensione ^^
Io ho davvero davvero amato questo libro, così pieno di mistero, con un’ambientazione favolosa e insolita e dei personaggi forti e intraprendenti, soprattutto femminili (amo Shazad, giusto per citarne uno), ma diciamo che anche Jin ha il suo perché *ammicca con gli occhi a cuore*
Unica pecca le spiegazioni dell’apparato di leggende/miti e del passato del regno di Amani, troppo complesse e poco chiare a tratti, ma del tutto passabili c:

Se vuoi dare un’occhiata alla mia recensione la trovi quiiii c:
Rainy

Anita Blake ha detto...

Anche a me è piaciuto molto e spero di poter leggere presto il seguito.
Passerò sicuramente per leggerla ^^ Grazie!