mercoledì 25 settembre 2013

RUBRICA : A TUTTO SCAMBIO!


Buon pomeriggio cari lettori! Condivido con voi, gli ultimi due romanzi che mi sono arrivati per posta, frutto di scambi online.

Bianca come il latte, rossa come il sangue è una malinconia storia d'amore con protagonisti due adolescenti : Leo e Beatrice.
Leo dovrà affrontare una dura crescita interiore che lo porterà a scontrarsi con la malattia di Beatrice : la leucemia.


Titolo: Bianca come il latte, rossa come il sangue
Autore: D'Avenia Alessandro
Dati: 2011, 254 pagine
Editore: Mondadori  (collana NumeriPrimi)


 Trama : Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori "una specie protetta che speri si estingua definitivamente". Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco. Il bianco è l'assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

Dopo aver letto La leggenda del Cacciatore di vampiri ed esserne rimasta completamente affascinata, ho deciso di tentare la sorte con un altro romanzo del medesimo autore. Una storia che racconta in chiave dark-horror uno dei classici più famosi di tutti i tempi.

Titolo: Orgoglio e pregiudizio e zombie
Autore: Grahame-Smith Seth; Austen Jane
Dati: 2011, 367 pagine
Editore    TEA  (collana Teadue)


Trama : È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno zombie in possesso di un cervello debba essere in cerca di altro cervello. Così inizia "Orgoglio e pregiudizio e zombie", versione fedelmente aggiornata del celeberrimo (e amatissimo) capolavoro di Jane Austen, grazie a numerose scene "inedite" in cui, a farla da protagonisti, sono appunto gli zombie. Pubblicato da una piccola casa editrice americana, questo romanzo ha suscitato l'entusiasmo sia dei neofiti sia dei più fanatici ammiratori della Austen, scalando in breve tempo tutte le classifiche di vendita e imponendosi come il fenomeno editoriale dell'anno. E il motivo di un successo tanto clamoroso è semplice: al fascino di una storia d'amore senza tempo, si aggiunge il divertimento di una lotta senza esclusione di colpi contro l'orribile flagello che si è abbattuto sull'Inghilterra, arrivando fino al tranquillo villaggio di Meryton, dove l'indomita Elizabeth Bennet, insieme con le sue sorelle, è impegnata a contrastare orde di famelici morti viventi. Un ruolo che le calza a pennello, almeno finché non arriva il bello e scontroso Mr Darcy a distrarla...

1 commento:

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

'Bianca come il latte, rossa come il sangue', non riesco a trovare il coraggio di leggerlo..
Il secondo mi pare assai strano, il titolo mi fa ridere!