sabato 28 giugno 2014

MI RICORDO UN LIBRO :IL MERCATINO VI SCONSIGLIA "ZONE UMIDE" DI CHARLOTTE ROCHE

Buon sabato lettori! Per la rubrica di oggi, dedicata alle mie letture passate, ho scelto di virare dalla norma e parlarvi di un libro che non mi è piaciuto, da evitare come la peste.

Titolo: Zone umide
Autrice: Roche Charlotte
Prezzo: € 15,00
Dati: 2008, 192 pagine
Editore: Rizzoli  (collana 24/7)


Trama: Un qualunque supermercato. Reparto igiene femminile. Flaconi su flaconi di prodotti specifici, liquidi o, in gel, colorati, antibatterici, al profumo di violetta, di vaniglia o di limone. Mille soluzioni per un solo "problema" un unico, martellante messaggio: il tuo corpo non è pulito e fresco quanto dovrebbe. E il solo modo per renderlo innocuo e accettabile è lavarlo, disinfettarlo, profumarlo ogni volta che puoi. È così, passeggiando tra gli scaffali del negozio sotto casa, che l'autrice ha avuto l'idea per questo romanzo. È così che è nata Helen Memel, la sua controversa e irresistibile protagonista. Helen ha diciotto anni. È precoce e curiosa del proprio corpo e delle infinite opportunità di piacere che una mente audace come la sua sa escogitare. Ci sono gli uomini, certo, tanti e diversi, ognuno con i suoi gusti, le sue qualità, le sue manie. Ma anche gli oggetti, gli accessori e le pratiche raffinate, grottesche, stravaganti che Helen racconta con spiazzante, seducente candore, e spesso con fulminante ironia. Arrivando a infrangere ogni tabù, compresi quelli di cui non avete mai sospettato l'esistenza. Ma "Zone umide" non è solo il resoconto di un'educazione sessuale avventurosa: è una storia d'amore e di solitudine, e soprattutto un inno alla libertà di un corpo sperimentato in tutta la sua irriducibile vitalità.

Lettori, sarò sincera con voi, da anni sto cercando di liberarmi di questo libro, ma sfortunatamente non ci sono mai riuscita.
E' cosi pessimo che nessuno, ma proprio nessuno, lo vuole leggere.
Non fatevi ingannare dalla trama, perchè è completamente fuorviante. "Resoconto di un'educazione sessuale avventurosa" è solo un eufenismo,"seducente candore" è tutto il contrario di quello che espone la storia di  Charlotte Roche.
Ho parlato di storia? Scusate mi sono sbagliata, perchè questo libro ne è completamente privo.
L'intero romanzo è una raccolta di esperienze sessuali della protagonista, raccontate in maniera volgare e superficiale, senza alcun fine e spesso estremamente raccapriccianti (da non leggere prima dei pasti o rischiate di metterli a rischio).
Non ho trovato sentimenti in questo libro, così come nessun tipo di riflessione o pensiero minimamente profondo, solo tanta volgarità (non faccio esempi perchè voglio preservare il vostro stomaco).
Volete un consiglio? Evitatelo!



2 commenti:

Annalisa Lupo ha detto...

Già solo il titolo e la copertina sinceramente mi repellono... e mi fanno sorgere una domanda spontanea: "Ma perché pubblicano certe schifezze e interrompono delle bellissime serie???"

Anita Blake ha detto...

Hai proprio ragione! Non ci sono giustificazioni.