martedì 30 dicembre 2014

TEASER TUESDAYS #55: RINASCITA. LA CONFRATERNITA DEL PUGNALE NERO VOL.10 DI J.R WARD

Buongiorno lettori! Eccomi qua con l'estratto della settimana, estrapolato dall'ultimo romanzo che sto leggendo. 
Come ben sapete, la Confraternita del Pugnale Nero è una delle mie serie preferite, una di quelle a cui torno ogni volta che ho bisogno di un buon libro da leggere.
Questo decimo romanzo riserverà sicuramente una buona dose di sorprese, azione e adrenalina!
Per chi non lo sapesse il Teaser Tuesday è una rubrica ideata dal blog Should be Reading che consiste nel far sapere agli altri cosa si sta leggendo.

Vi ricordo le regoline se volete partecipare :

Basta prendere il libro che si sta leggendo, aprirlo ad una pagina a caso e trascrivere un breve spezzone (senza fare spoiler) del romanzo.
Aggiungete titolo e autore, in modo da far sapere agli altri di cosa si tratta.

Il romanzo di oggi è :

RINASCITA. LA CONFRATERNITA DEL PUGNALE NERO VOL.10 DI J.R WARD
È possibile ricominciare a vivere dopo la fine di un amore? Non per Tohrment, che per colpa dei lesser ha perso la sua adorata Wellsie e il figlio che lei portava in grembo. Ora Tohr vive solo per la vendetta. Ma c'è ancora chi spera di salvarlo da se stesso e dalla spirale di autodistruzione in cui è precipitato: John, che nutre per lui l'affetto di un figlio, e No'One, che in un tempo molto lontano si è tolta la vita per esser stata violata da un symphath. All'epoca Tohr le è stato accanto e, anche se non è riuscito a impedirle di uccidersi, è grazie a lui se Xhex - il frutto della violenza - ha potuto vivere. Ora il cerchio di quella vicenda deve essere chiuso e No'One, accolta fra le Elette e scesa sulla Terra, intende restituire ciò che ha ricevuto sotto forma di sacrificio, dedizione e amore. Ma Tohr sarà in grado di riconoscere il suo dono? Sarà capace di fare spazio a una nuova compagna e di rinascere?
Quando si voltò di nuove verso sua madre, vide che stava tremando e cercava di non darlo a vedere.
"Va tutto bene" la rassicurò Xhex. 
"Sono brava a combattere.Non mi succederà niente". Belle parole. Peccato che non era quello a preoccuparla: dalla sua griglia risultava che No' One aveva paura...di Xhex.
Bè che scoperta?! Xhex era un mezzosangue symphath, naturalmente che No'One la vedesse come "pericolosa" prima ancora che "figlia".
"Ti lascio stare" disse Xhex. "Non preoccuparti". Tornando di corsa verso camera sua non poteva ignorare il dolore che le lacerava il petto. Ma non poteva neanche ignorare la realtà : sua madre non l'aveva voluta. E tuttora non la voleva. E chi poteva biasimarla.

PAGINA 29

2 commenti:

CHIARA ROPOLO ha detto...

questo libro forse è quello che mi ha toccato meno di tutta la serie anche se la confraternita è sempre la confraternita

Anita Blake ha detto...

Concordo!