domenica 29 settembre 2013

NUOVA RUBRICA : UNA MAGICA SERIE TV "ONCE UPON A TIME"


Ospite della nostra Anita, inauguro oggi questa nuova rubrica che, fato permettendo, proseguirà per il resto dell'anno. So che sarà una sfida convincere lettori appassionati come tutti voi, a parlare di qualcosa che così spesso viene contrapposto nettamente alla magia della carta stampata. Ovvero, di televisione.
Ma non si tratta di un salto di palo in frasca, perché quello di cui parleremo tratterà di eroi, principi e principesse, fate e sortilegio, maledizioni e incantesimi, scelte sbagliate e redenzioni, umani e creature magiche, ma soprattutto, di magia. Magia che ha sempre un prezzo, ma che può anche nascere dal più puro e autentico sentimento umano, l'amore.
Forse alcuni di voi avranno riconosciuto gli elementi che caratterizzano questa serie TV, conosciuta in Italia sia con il nome tradotto di "C'era una volta", sia con il titolo originale di "Once Upon a Time"

Poster prima stagione ouat

LA SERIE. LA VERA IDENTITÀ 

Serie prodotta dall'americana ABC, il titolo da solo ci svela di cosa tratta la serie: di favole e lieto fine. Per chi non la conoscesse, senza svelare nulla che possa rovinarvi la visione (sperando, ovviamente, di riuscire a incuriosirvi sufficientemente per farvelo guardare), questo è l’incipit della nostra storia: 


“C’era una volta
una foresta incantata popolata con tutti i personaggi classici che conosciamo.
O che pensiamo di conoscere.
Un giorno si ritrovarono intrappolati in un posto dove tutti i lieti fine furono rubati.
Il nostro mondo.
Ecco come accadde.”

E da qui scopriamo che la Regina Malvagia, così gelosa e ferita dalla felicità di Biancaneve, sposa del suo principe e prossima alla maternità (“perché è così gelosa?”, ci chiediamo guardando la puntata?), decide di lanciare un sortilegio terribile, che strapperà gli abitanti della foresta incantata e li porterà in un posto terribile, dove nessun lieto fine può esistere. L’unica in grado di salvare tutti sarà la bambina non ancora nata di Biancaneve e del Principe Azzurro, che tornerà dopo 28 anni per rompere il sortilegio. E così, col cuore a pezzi, sorretto solo dalla speranza che un giorno la piccola Emma tornerà, i due reali lottano a costo della vita per mettere la neo-nata bambina in una teca magica che la porterà nel nostro mondo.

Salto avanti veloce di 28 anni. Una bellissima ma solitaria donna di 28 anni si appresta a festeggiare da sola il suo compleanno quando un bambino bussa alla sua porta. Un bambino con un legame speciale con lei, convinto che la città dove vive, Storybrooke, Maine (Si noti, story = storia) sia un posto dove il tempo non passa e nessuno si ricordi chi è in realtà e che Emma (ebbene sì, la solitaria bionda si chiama proprio Emma) sia destinata a salvare tutti e rimettere le cose a posto. Chi di noi crederebbe a un bambino con una fantasia troppo vivace che ci racconta che la sua madre adottiva sia la Regina Cattiva e la sua timida e riservata insegnante sia in realtà Biancaneve? Eppure, per il bene del piccolo Henry, Emma decide di fermarsi in città, e sulle note dell’orologio comunale che dopo tanti anni (quanti? nessuno lo ricorda con precisione) ritorna di colpo a rintoccare, si conclude la prima puntata.
Negli episodi successivi, pian piano incontriamo i diversi abitanti della città, e nel frattempo scopriamo la loro storia passata, ciò che accadde loro nella foresta incantata. Chi è in realtà il terapista dai tratti irlandesi, con l’ombrello sempre al polso e pronto a dare il giusto consiglio a chi lo richieda? E chi è la cameriera vamp con un amore spassionato per il rosso e una nonna troppo esigente? E la povera cameriera incinta ripudiata dalla matrigna? E lo sconosciuto in coma da sempre (perché stranamente nessuno, in città, ricorda mai bene quando, esattamente, qualcosa è successo, solo che è sempre stato così) all’ospedale?
Alla fine, vincerà il logico scetticismo di Emma? O l’amore materno la scuoterà le sue certezze dalle fondamenta?

ARRIVA LA MAGIA: BIANCO O NERO?



ATTENZIONE: DI SEGUITO SPOILER DELLA SECONDA STAGIONE, 
NON ANCORA TRASMESSA IN CHIARO IN ITALIA! 
LEGGETE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO! :)


Poster seconda stagione ouat
Finita una prima serie col botto, ci ritroviamo in un mondo che non è più quello di prima, ma non è nemmeno quello pre-sortilegio. Non abbiamo più personaggi zombie che si muovono ignari di chi siano in realtà, bensì i nostri beniamini ora devono imbarcarsi in un viaggio per alcuni spirituale, per riconciliare in sé le due personalità, per altri anche familiare, con l’obiettivo ultimo di tornare a casa (ora che una casa si ha) e di trovare il proprio ruolo nella famiglia che non si è mai avuta.
Ma in mezzo a tutta questa ambivalenza tra prima e dopo, ne troviamo un’altra che non è di facile risoluzione: dov’è il confine tra bene e male?
Un male scaturito da un immenso dolore è giustificabile? (Vedi Regina).
E quello nato dall’amore per i propri figli? (Tremotino).
Oppure il sacrificio estremo per salvare la propria famiglia (Biancaneve).
Chi è più condannabile?

TERZA STAGIONE: CREDERE



Poster terza stagione ouat
Questa notte in Usa andrà in onda la prima puntata della terza stagione. Dopo mesi di attesa, non vedo l’ora di vederla. Ma più di tutto, ci sono alcune cose che spero di vedere in questa stagione.
Prima di tutto, vorrei che si approfondisse tutto il discorso del rapporto tra Emma e i suoi genitori ( SPOILER SPOILER SPOILER! Quei dieci secondi del season finale in cui Emma li chiama mamma e papà sono schizzati subito nella top five delle mie scene preferite, era dall’inizio che aspettavo quella scena!) perché ci vedo un potenziale di crescita enorme per tutti i personaggi coinvolti. Per Biancaneve e Azzurro, che non hanno mai potuto essere genitori, e per Emma, che non ha mai avuto una famiglia.
E poi, mi piacerebbe vedere un briciolo di felicità per Regina. Su questo punto, abbiamo spesso discusso a lungo con Anita. Io amo questo personaggio per la sua complessità, perché è terribilmente cattiva ed è innegabile che sia al limite della malattia mentale, ma al contempo è diventata pazza per tutti gli abusi subìti (con una madre del genere, del resto…) e, secondo me, per colpa della magia nera, che come una droga l’ha condotta sempre più lungo la strada sbagliata. Ho letto su qualche forum sul telefilm questa riflessione: “il bello di questo telefilm è che più un personaggio è cattivo, più lo rendono umano”.
Anche se la nostra Anita non condivide questa mia opinione, io vedo del potenziale nella coppia Regina - Uncino (Hook). Entrambi hanno vissuto per anni alla ricerca della vendetta. Entrambi l’hanno assaporata, per poi rendersi conto che lasciava solo un sapore amaro in bocca e senza alcuna speranza per il futuro. Entrambi hanno compiuto azioni feroci senza guardare in faccia nessuno, eppure non hanno trovato la pace che vedono nei personaggi attorno a loro.
I poster promozionali della stagione, pubblicati nell’ultima settimana (qua nell’articolo solo l’ultimo per non spoilerare chi deve ancora finire la seconda stagione), girano tutti intorno allo stesso tema: sei persone, completamente diverse, con storie diverse, unite da un unico scopo. Salvare Henry.

CONCLUDENDO.PUNTI DI FORZA: LA MIA OPINIONE

Voglio, infine, riportarvi quello che mi ha coinvolto in questa serie. All’inizio, è stata la modalità narrativa. Nella prima stagione, ogni puntata scopriamo un pezzetto della storia. Un po’ come se ci fosse dato da leggere degli estratti di un libro, ma non in ordine. Alcuni sono pagine intere che raccontano un capitolo nella storia di un personaggio, altri sono solo brevi annotazioni a margine che solo un occhio attento sa cogliere. Alla fine, loro ti danno i pezzi, ma sei tu il tuo narratore.

Prossimamente, e in concomitanza con l’uscita americana, pubblicherò la mia recensione sulle nuove puntate. Per chi volesse parlarne, è a disposizione la pagina FB del blog oppure mi potete trovare su twitter (@bene387) 

5 commenti:

Anita Blake ha detto...

Un grazie di cuore alla mia amica Bene! Bellissima rubrica, spero che piaccia anche a voi amici lettori :)

Giovy R ha detto...

Adoro questo telefilm, quindi seguirò questa rubrica con molto piacere!!! :)

Anita Blake ha detto...

Sei sicuramente nel posto giusto allora ^^

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Bellissimo telefilm.. Un gran peccato che a casa mia non prenda più il segnale del canale in cui lo fanno :(

Anita Blake ha detto...

Io gli episodi li scarico mano a mano, non potrei stare senza! Piano piano cercheremo di recensire gli episodi della terza stagione, speriamo ne venga fuori qualcosa d'interessante :)